Ostruzionismo o tentato bavaglio? L’opposizione insorge a Fondi

Ostruzionismo o tentato bavaglio? L’opposizione insorge a Fondi

Attraverso una nota congiunta, a Fondi i gruppi consiliari di opposizione – Riscossa Fondana, La mia Fondi, Fondi Terra Nostra e Fratelli d’Italia – puntano il dito contro il segretario comunale.

“È pervenuta nella giornata del 12.11.2020 ai consiglieri comunali una nota a firma del segretario generale del Comune di Fondi con la quale si critica aspramente l’operato dei consiglieri comunali di opposizione i quali, con le loro richieste di accesso agli atti, starebbero bloccando di fatto la macchina amministrativa comunale.

In particolare il segretario si riferiva ad una richiesta di accesso agli atti, rimasta senza riscontro e, pertanto, oggetto di una diffida da parte del consigliere di Riscossa Fondana Luigi Vocella, con la quale lo stesso si lamentava della mancata risposta degli organi preposti dopo oltre 20 giorni dalla richiesta di documentazione.

I consiglieri comunali, in base ai regolamenti interni comunali e dalla normativa vigente, hanno il diritto di risposta alle proprie richieste di accesso agli atti entro 3 giorni lavorativi salvo una proroga, motivata da esigenze lavorative.

Ad oggi alcuni consiglieri di opposizione hanno depositato degli accessi agli atti comunali senza riscontro alcuno impedendo, di fatto, l’esercizio delle loro funzioni di controllo e limitando il loro mandato elettorale.

Nel caso specifico, nessuna richiesta di proroga è avvenuta e, pertanto, il consigliere Vocella ha diffidato il segretario generale per avere entro successivi 3 giorni la documentazione richiesta.

In risposta alla richiesta di rispettare legge e regolamento, il segretario ha inteso lamentarsi formalmente sostenendo che era in atto un atteggiamento ostruzionistico volto a cagionare la paralisi dell’attività dell’Ente.

Si tratta di considerazioni assurde, prive di fondamento e, soprattutto, imbarazzanti visto che un organo amministrativo ha tacciato di pratiche ostruzionistiche i consiglieri comunali, ovvero l’organo politico espressione della volontà popolare.

Il segretario generale si sostituisce quindi all’organo politico e vuole interferire l’operato dell’opposizione invocando anche una modifica alle regole degli organi comunali per limitare l’esercizio dell’azione politica ed amministrativa dei consiglieri comunali.

Questo è grave e merita una risposta ferma. A Fondi, dopo nemmeno un mese dalle elezioni, si vuole limitare l’azione dell’opposizione? Per quale motivo?

I consiglieri di opposizione si chiedono perché i documenti richiesti con l’accesso agli atti del 15.10.2020, con il quale si voleva conoscere la documentazione relativa alla convenzione dell’Ente comunale con le polisportive sulle modalità di utilizzo delle strutture sportive comunali, sono state inviate soltanto dopo aver dovuto formulare una diffida.

Perché questo silenzio? Perché è così difficile consegnare questa documentazione? Forse si vuole ritardare o nascondere la conoscenza delle modalità dell’utilizzi di tali strutture?

La richiesta di fare chiarezza su tale situazione è stata sollecitata da diversi cittadini i quali lamentano che a Fondi non tutte le associazioni sportive hanno medesime dignità e considerazione da parte dell’Ente comunale. Questa vicenda andrà approfondita e, sicuramente, non ci faremo intimorire da nessuno”.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social