Pedemontana bocciata dalla giunta Zingaretti, insorge Fratelli d’Italia: “Vergognoso”

Pedemontana bocciata dalla giunta Zingaretti, insorge Fratelli d’Italia: “Vergognoso”

La delibera della Giunta Regionale di Zingaretti con cui si esclude la Pedemontana di Formia dai progetti da trasmettere al Governo nazionale per i finanziamenti del Recovery plan europeo è di una vergogna assoluta“.

Così il Dirigente Provinciale di Fratelli d’Italia e responsabile pontino di Riva Destra, Stefano Zangrillo sulla decisione della Giunta guidata da Nicola Zingaretti di escludere la Pedemontana dai progetti che finanzierà lo Stato, un’opera che non solo la città di Formia ma l’intera provincia di Latina aspetta da oltre 40 anni.

“La pedemontana la aspettiamo da decenni, Formia è l’unica città che non ha un attraversamento a monte e viene massacrata dal traffico pesante, un disagio che si ripercuote sull’intera provincia di Latina. Ora che la possibilità di poter finanziare questa opera pubblica era diventata realtà, Zingaretti e soci la fanno sparire come se niente fosse e si rimangiano quanto approvato nel DEFR di appena un anno fa, ovvero la valenza europea della Pedemontana come corridoio plurimodale Tirreno-Nord Europa che il Governatore si era impegnato a finanziare anche a fronte dello stanziamento dell’ANAS di 170milioni. Tutto ciò è vergognoso se pensiamo che dei 17 miliardi di euro che lo Stato destinerà alla Regione Lazio proprio dai fondi europei bastava investire almeno 100milioni per mostrare vicinanza al territorio e per dare il via a una infrastruttura che risolverebbe le gravi problematiche di viabilità, economiche e sociali non solo di Formia ma di tutta la Provincia di Latina.”

Per questo Zangrillo ha deciso di chiedere sostegno ai Consiglieri Regionali e ai Parlamentari di Fratelli d’Italia: “Ho scritto a tutti i nostri rappresentanti nelle Istituzioni per proporre emendamenti e intervenire perchè se questi signori del PD nelle campagne elettorali ci hanno fatto i voti con la Pedemontana ora non possono far finta di niente, mi auguro che tutte le forze politiche del territorio, l’amministrazione Comunale ed anche il PD locale, si facciano sentire. Dopo 40 anni è giunto il momento di passare ai fatti, di alzare la voce e questa è un’occasione che la città di Formia, il sud Pontino e l’intera Provincia non può farsi scappare, non possono passare altri 50 anni, ora basta”.

A raccogliere per primo l’invito di Zangrillo è stato il Senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini che si sta già battendo per un’altra importante infrastruttura la Roma-Latina “L’esclusione della Pedemontana di Formia così come i tagli che Zingaretti vuole apportare al progetto della Roma-Latina sono manovre che danneggiano gravemente il nostro territorio e ci fanno capire che Zingaretti e compagni vivono solo di annunci mentre all’atto pratico quando si tratta si stanziare soldi e rendere concrete le soluzioni ai problemi di interi territori, vengono clamorosamente meno. La Pedemontana di Formia è un’opera pubblica di cui si parla da troppo tempo e che non può più aspettare, la sua realizzazione così come quella della Roma-Latina creerebbe un corridoio viario veloce, sicuro e soprattutto moderno che ci farebbe uscire fuori dal medioevo infrastrutturale in cui versa la nostra Provincia.

Come Fratelli d’Italia sia in Regione che in Parlamento ci faremo portavoce anche delle istanze che arrivano da Formia, perché per noi i territori sono comunità da rispettare e non piazze elettorali da sfruttare.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social