Spari a Ceriara di Sezzi: 3 arresti per tentato omicidio

Spari a Ceriara di Sezzi: 3 arresti per tentato omicidio

Colpi di pistola dopo la rissa, scattano gli arresti. Dopo poche ore i Carabinieri hanno rintracciato gli autori di quanto accaduto nella giornata di ieri a Ceriara di Sezze. Infatti nella notte del 12 novembre 2020, i militari della Compagnia Carabinieri di Latina traevano in arresto in flagranza di reato per il reato di tentato omicidio:

• C.S. nato a Priverno (LT) il 23 maggio 1990, ivi residente;
• F.S. nato a Priverno (LT) il 1.04.1942, ivi residente;
• F.M. nato a Priverno (Lt) il 17 febbraio 1999, ivi residente.

I predetti, a seguito delle elaborate indagini condotte dai citati Comandi dell’Arma, accertavano che alle ore 09.15 del giorno 11.11.2020, mentre si trovavano a bordo di una autovettura Mercedes Smart, per dissidi verosimilmente di natura sentimentale, giunti in via Ceriara di Sezze dopo aver incrociato l’autovettura Mercedes Classe A condotta da A.A. nato a Roma il 11.09.1990, residente a Roccagorga, esplodevano all’indirizzo della predetta autovettura 2 colpi d’arma da fuoco di cui uno, dopo aver oltrepassato il parabrezza anteriore, impattava contro il cruscotto lato guidatore della stessa.
Nella fasi successive dell’aggressione la vittima, il cui veicolo veniva ripetutamente speronato, abbandonava il mezzo fuggendo nelle campagne circostanti.
Gli aggressori, a questo punto esplodevano al suo indirizzo, ulteriori 4 colpi d’arma da fuoco senza attingerlo, raggiungendo la vittima che veniva selvaggiamente malmenato con corpi contundenti.

Il predetto trasportato a mezzo del personale 118 presso l’ospedale di Terracina, dopo le cure del caso veniva riscontrato affetto da una frattura agli arti inferiori, una ferita lacero contusa al labro superiore e dimesso con giorni 30 sc di prognosi.
Al termine delle formalità di rito due degli arrestati venivano accompagnati presso la casa circondariale di Velletri mentre il terzo, padre dei predetti, veniva collocato agli arresti domiciliari. Tutti sono indagati per i reati di tentato omicidio, porto e detenzione di arma comune da sparo e lesioni personali gravi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social