FOTO – Prima il pestaggio, poi gli spari: far west in pieno giorno

FOTO – Prima il pestaggio, poi gli spari: far west in pieno giorno

Un brutale pestaggio andato avanti a più riprese, con tanto di sprangate. E, di mezzo, una serie di pistolettate indirizzate alla vittima dell’aggressione. Un episodio avvenuto nella prima mattinata di mercoledì a Sezze, e che secondo le prime ricostruzioni ha visto almeno quattro persone accanirsi contro un 30enne di Roccagorga, ferito e successivamente trasportato alla volta dell’ospedale ‘Fiorini’ di Terracina.

I fatti, che manco a dirlo hanno terrorizzato numerosi residenti e passanti, si sono registrati intorno alle 8.30 nell’area di Ceriara, iniziando davanti alla tabaccheria situata all’incrocio tra via Ceriara e il vecchio tratto della 156 dei Monti Lepini.

Il 30enne è stato picchiato pesantemente, per poi diventare l’oggetto di un vero e proprio tiro al bersaglio. Ha provato prima a rifugiarsi presso la tabaccheria, quindi a scappare in alcuni terreni, infine a raggiungere la scuola ‘Bottoni’. Salvandosi per il rotto della cuffia, con gli aggressori costantemente alle calcagna ma che alla fine sono fuggiti.

Una vicenda inquietante su cui indagano i carabinieri. Che, tra una testimonianza e l’altra, avrebbero già diversi elementi per identificare gli autori del pestaggio con annessa sparatoria. Alla base dell’accaduto, ipotizzano a caldo gli inquirenti, un regolamento di conti.

FOTOGALLERY

You must be logged in to post a comment Login

h24Social