Ordine degli avvocati, annullati scioglimento e commissariamento

Ordine degli avvocati, annullati scioglimento e commissariamento

Annullati dal Tar di Latina lo scioglimento del consiglio del locale Ordine degli avvocati e il successivo commissariamento.

I giudici hanno accolto il ricorso dei legali Umberto Giffenni, Aurelio Cannatelli e Denise Degni che, dopo essere riusciti a far valere le proprie ragioni davanti al Consiglio nazionale forense, con una sentenza in cui è stato stabilito che cinque ormai ex consiglieri non dovevano neppure essere candidati, si sono rivolti alla giustizia amministrativa.

Gli avvocati Umberto Giffenni, Aurelio Cannatelli e Denise Degni hanno sostenuto che, pendendo il contenzioso sui cinque consiglieri Giovanni Lauretti, Pietro De Angelis, Antonella Ciccarese, Angelo Farau e Aldo Panico, lo scorso anno non si poteva procedere con il commissariamento e sarebbe stato necessario invece rimpiazzare i cinque ineleggibili con i primi dei non eletti.

Tesi che ha convinto il Tar.

I giudici amministrativi hanno specificato che già alla data del 30 ottobre 2019, quando undici dei quindici consiglieri dell’Ordine degli avvocati di Latina hanno rassegnato le proprie contestuali dimissioni dal mandato elettivo ricevuto, non sussisteva il presupposto della decadenza del Consiglio per cessazione di oltre la metà dei suoi componenti e quindi di impossibilità di funzionamento.

“A tale data la proclamazione di cinque degli undici consiglieri dimissionari era ancora sub iudice innanzi al Cnf – si legge nella sentenza – cioè allo stesso organo che ha formulato al Ministero della giustizia la proposta di scioglimento di cui è causa”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social