Rinviata la Mezza Maratona di Latina. Erano attesi anche atleti olimpionici

Rinviata la Mezza Maratona di Latina. Erano attesi anche atleti olimpionici

È stata rinviata a data da destinarsi la Mezza Maratona di Latina in programma per il prossimo 15 novembre 2020. La decisione è stata presa in sinergia con l’amministrazione comunale di Latina e la Federazione Italiana di Atletica Leggera.

“Il motivo che aveva spinto l’organizzazione a crederci fino alla fine era la conferma della presenza di atleti olimpionici e di caratura internazionale che avrebbero preso parte all’evento”, spiegano dall’Asd In Corsa Libera. “Proprio per tale ragione, l’evento si accingeva ad ottenere il riconoscimento internazionale della IAAF – World Athletics”.

La Mezza Maratona di Latina infatti, aveva tutte le carte in regola per il corretto svolgimento in ottemperanza alle disposizioni vigenti nell’ambito dell’emergenza Covid-19 e nel rispetto dell’ultimo Dpcm. Un evento di interesse nazionale, che come già ribadito sarebbe diventato internazionale, con numero di partecipanti limitato a 350 partenti e divieto di accesso al pubblico.

Un prestigio per la città di Latina non indifferente, che avrebbe esposto la città in termini di rilevanza mondiale e che avrebbe fatto da apripista a qualcosa di potenzialmente grande per il capoluogo pontino, come evidenzia il presidente di In Corsa Libera, Davide Fioriello: “Ci tengo a precisare che fino all’ultimo minuto abbiamo creduto di realizzare l’evento che stava diventando qualcosa di veramente importante per la città di Latina con la partecipazione di atleti di livello mondiale ed olimpionici, la cui presenza già ci era stata confermata. L’attività svolta completamente all’aperto, con distanziamento, dispositivi di protezione in partenza ed ogni precauzione, erano già pronti. Così come lo erano a distanza di poco più di una settimana dal via, i premi, le medaglie, le maglie, le mascherine ed ogni attività correlata alla gara. Ma il senso di responsabilità richiesto dalla nostra città – precisa Fioriello – in comune accordo con il sindaco di Latina Damiano Coletta, ci ha fatto desistere dal metterla in atto. Ora procederemo come previsto dal regolamento della gara, al rimborso delle quote di partecipazione o al congelamento delle stesse per la nuova data. Vogliamo che il tutto abbia la massima trasparenza come da nostro stile, ed è per questo che abbiamo concordato di rimandare a data da destinarsi l’evento, in accordo con Comune e Federazione. Siamo molto dispiaciuti – conclude – ma non demordiamo e tenteremo presto di fissare una nuova data in attesa di tempi migliori”.

Commenta la decisione del rinvio della gara anche il primo cittadino di Latina: “Ho apprezzato il senso di responsabilità – dichiara Coletta – dimostrato dal presidente Davide Fioriello e dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera nel comprendere le attuali difficoltà che hanno fatto sì che fosse più opportuno rinviare la gara nonostante la normativa ne consentisse lo svolgimento. In questo momento deve infatti prevalere il buonsenso a tutela del bene comune. L’Amministrazione sarà felice di poter supportare questa importante manifestazione che speriamo di vedere realizzata il prima possibile con serenità e quel sano spirito sportivo che ha sempre animato la città di Latina”.

Dalla Federazione arrivano le dichiarazioni del presidente regionale Fidal Lazio Fabio Martelli, che precisa: “Concordo con quanto dichiarato dall’amministrazione del Comune di Latina ed il presidente Davide Fioriello. La gara avrebbe visto la partecipazione di atleti di altissimo livello, visto il percorso e l’organizzazione impeccabile del comitato organizzativo. Spero si possa rivedere ai nastri di partenza la Mezza Maratona di Latina per confermare quanto detto”.

Un momento davvero complesso per il mondo organizzativo. Le conseguenze di ciò che si sta vivendo si riversano inevitabilmente in ogni settore, così come per quello sportivo. Aver rimandato la Mezza Maratona di Latina è un gesto da parte dell’organizzazione, che dimostra profondo rispetto verso una comunità provata dal decorso dell’emergenza sanitaria. Un atto di coscienza, con l’augurio di poter tornare presto a correre, senza rischi e senza vincoli e con il giusto spirito che contraddistingue questo sport.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social