Dialoghi intercettati, l’opposizione chiede spiegazioni al sindaco

“Con nota protocollata via pec, chiediamo al Presidente del Consiglio Comunale Dott. Antonio Betti, ai sensi dei commi 1 e 3 dell’art.12 dello Statuto Comunale vigente, la convocazione di un Consiglio Comunale Straordinario entro i termini previsti, con all’ordine del giorno i doverosi chiarimenti da parte del Sindaco, Mauro Primio De Lillis, in riferimento a quanto riportato dalla stampa riguardo le intercettazioni di colloqui intercorsi con il Sindaco di Artena nell’ambito dell’indagine dei Carabinieri che ha visto 22 indagati e l’arresto di questo ultimo.

In merito a quanto emerso via stampa, il Sindaco De Lillis avrebbe richiesto consigli al collega di Artena per rimuovere un dipendente comunale al termine del periodo di prova, per incapacità nel proprio ruolo.


In particolare, noi Consiglieri “dell’altra Città” chiediamo le motivazioni della avvenuta rimozione del dipendente in questione.

Le incapacità ascritte allo stesso rispetto al suo ambito lavorativo.

Se si è trattato di una reale incapacità di carattere puramente tecnico oppure, come sembrerebbe dalle notizie diffuse a mezzo stampa, la “non volontà” ad eseguire direttive non condivise!

Nel rispetto della trasparenza e nell’applicazione dei principi di legalità tante volte sbandierati da questa amministrazione, il Sindaco chiarisca in Aula a tutti i cittadini di Cori e Giulianello, ai Consiglieri Comunali di opposizione e financo di maggioranza, in merito alle azioni compiute nel ruolo politico che ricopre, affidatogli tanto generosamente dagli elettori nelle elezioni Amministrative del 2017″.

A dichiararlo i consiglieri comunali de “L’Altra Città”, Angelo Sorcecchi, Quintilio Carpineti, Francesco Ducci e Germana Silvi.