Epidemia di scabbia all’ospedale “Goretti”: tutti assolti

Epidemia di scabbia all’ospedale “Goretti”: tutti assolti

Tutti assolti i cinque medici accusati di aver causato un’epidemia di scabbia norvegese all’interno dell’ospedale “Goretti” di Latina.

Secondo il pm Giuseppe Miliano, per una serie di errori compiuti tra l’Idi di Roma, il “Fiorini” di Terracina e il “Goretti”, in quest’ultimo ospedale sette anni fa, dopo il ricovero di una 78enne, deceduta il 21 marzo 2013 e vittima dell’infezione, erano state contagiate ben 50 persone e altre 400 erano dovute finire sotto sorveglianza sanitaria.

Con l’accusa di epidemia colposa, il magistrato aveva quindi chiesto e ottenuto un processo per i medici Donatella Sordi, di Roma, Alessandro Annetta, di Latina, Concetta Potenza, di Roma, Ilaria Proietti, di Latina, e Riccardo Pampena, di Formia.

Sordi, dermatologa dell’Idi di Roma, era accusata di aver avuto in cura e poi ricoverato il marito della 78enne, anche lui colpito da scabbia, senza però inviare subito la necessaria comunicazione all’Asl di Latina, particolare che l’aveva vista accusata anche di omissione di atti d’ufficio.

I dermatologi Potenza e Proietti e lo specializzando Pampena, dopo aver visitato il 23 febbraio 2013 la latinense all’ospedale “Fiorini” di Terracina, le avrebbero invece diagnosticato un’eritrodermia, senza fare accertamenti specifici sulla scabbia, nonostante la paziente avesse detto loro di aver avuto quel problema già due anni prima.

E il dermatologo Annetta, del “Goretti”, dopo aver visitato più volte la 78 enne, a sua volta avrebbe sbagliato facendo una diagnosi di artride reumatoide, nonostante anche lui fosse stato avvisato dai familiari della paziente che il marito di quest’ultima aveva la scabbia.

I cinque erano stati inoltre accusati di omicidio colposo per la morte della latinense.

Accuse che sono però cadute nel corso del processo e il Tribunale di Latina ha assolto tutti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social