Fondi e Terracina, dopo i flop elettorali ecco i commissariamenti dei circoli Pd

Fondi e Terracina, dopo i flop elettorali ecco i commissariamenti dei circoli Pd

Erano attesi, già da qualche giorno dopo le amministrative dello scorso settembre. Dopo i flop elettorali del centrosinistra – e in particolar modo del Pd – sia a Fondi che a Terracina si era parlato di un probabile commissariamento dei circoli. Anzi, la voce insistente circolata attorno agli ambienti Dem del centro-sud della provincia, era anche quella di un possibile commissariamento del del provinciale, che per il momento pare non ci sia stata.

Le colpe, a cui rispondono i circoli in questione, non sono tanto quelle di non aver raggiunto i ballottaggi nei due comuni al voto, cosa che probabilmente era insperata, quanto quello di aver raccolto in termini di preferenze le percentuali tra le più basse raggiunte in Italia nella tornata elettorale dell’epoca Covid. 

Se è pur vero che vanno differenziate anche le situazioni tra Fondi e Terracina, sia in termini di voti raccolti sia di risultati raggiunti, è emblematico che delle decisioni forti andassero prese. Dopo tutto, se è vero che a Terracina il Pd non è andato oltre un comunque deludente 7% pari a circa 1600 voti, la corsa in solitaria ha comunque permesso di eleggere il proprio candidato sindaco in seno al consiglio comunale (Armando Cittarelli). Molto più deludente la situazione a Fondi dove il partito di Zingaretti si era fermato al 3%, pari a poco più di 650 preferenze, contribuendo sì ad eleggere in consiglio comunale il candidato sindaco Raniero De Filippis, ma espressione della civica Camminare Insieme. Incredibile ma vero, anche con il voto di incompatibilità a De Filippis nel primo consiglio comunale, il Pd è rimasto ufficialmente fuori dall’assise civica locale poiché a subentrare è stato un altro membro della civica, il più votato Salvatore Venditti, con un passato però tra i Dem e ancora coordinatore del circolo intercomunale dei Giovani Democratici.

Alla fine la direzione regionale del partito ha approvato i commissariamenti di diversi circoli nelle varie province del Lazio e in quella di Latina proprio di Fondi e Terracina. Ad approvare la proposta del segretario regionale Astorre sono stati con voto telematico 52 voti favorevoli e 2 contrari. A Fondi è stato inviato Matteo Marcaccio, attualmente capogruppo del Pd in consiglio comunale a Minturno, mentre a Terracina va Carmela Cassetta attuale presidente del Parco della Riviera d’Ulisse e dirigente Pd locale.

I commissari – spiega il segretario provinciale Claudio Moscardelli in una nota – faranno un lavoro importante di apertura del partito e di aggregazione di nuove energie. Carmela Cassetta e Matteo Marcaccio sono due giovani dirigenti regionali oltre che provinciali del Pd e a loro – conclude – auguro buon lavoro e sono certo che assolveranno al meglio il compito assegnato”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social