Controlli a tappeto in provincia, il bilancio della Questura

Controlli a tappeto in provincia, il bilancio della Questura

La Questura di Latina continua nella propria attività di controllo e vigilanza nell’intera provincia finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati.

Dal 25 al 31 ottobre 2020 la Questura di Latina ha messo in campo oltre 200 pattuglie, cui si sono aggiunte anche 6 unità del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio”, che hanno permesso di identificare, anche nel corso di 120 posti di blocco, 1512 persone, controllare 624 veicoli ed elevare 196 contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada, con il ritiro di 11 carte di circolazione e 5 patenti.

Nel corso del periodo in argomento sono state arrestate 8 persone, tra le quali uno dal Commissariato di P.S. Gaeta in esecuzione di un Ordine di Cattura dovendo scontare la pena di anni 6 di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti. La Squadra Volante arrestava sempre per spaccio di stupefacenti un cittadino extracomunitario di origini tunisine, nel quartiere Nicolosi.

Inoltre, personale della Squadra Mobile di Latina traeva in arresto tre cittadini extracomunitari, in esecuzione di Ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Latina nell’ambito di un procedimento penale della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Ancora, gli uomini del Commissariato di P.S. Cisterna traevano in arresto un cittadino extracomunitario resosi responsabile di una rapina ai danni di un esercizio pubblico ed infine ancora la Squadra Mobile eseguiva due esecuzione Ordinanza Misura Cautelare degli arresti domiciliari emessa dal GIP Tribunale di Latina nei confronti di una coppia di coniugi (per i reati di truffa, falsità materiale, abuso d’ufficio e favoreggiamento in concorso) residenti nel capoluogo.

Sono state inoltre denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria ulteriori 18 persone per reati che vanno dalla minaccia, alla violazione degli obblighi familiari, alla resistenza a Pubblico Ufficiale, guida in stato di ebbrezza alcolica, rapina, furto aggravato, lesioni, violenza sessuale, danneggiamento, alla violazione del provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio.

Il Questore di Latina ha inoltre emesso n. 3 avvisi orali.

L’avviso orale è una misura di prevenzione con la quale il Questore avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge.

Al destinatario viene imposto di non accompagnarsi con altri pregiudicati. In caso di inosservanza alle prescrizioni le persone avvisate potranno essere sottoposte alla misura di prevenzione personale più grave della sorveglianza speciale di P.S.

I provvedimenti, sono stati applicati dall’Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine di Latina, nei confronti delle seguenti persone:

1) R.L. di anni 38 nata a Ceccano (FR) e domiciliata a Gaeta (LT), con numerosi precedenti per truffa e sostituzione di persona;

2) A.S. di anni 53 nato Cisterna di Latina ed ivi residente, con precedenti penali, anche in stato di arresto, per associazione per delinquere, usura, rapine, violenza sessuale, lesioni dolose, atti persecutori, violenza privata, violazione Legge sulle armi, evasione fiscale, ingiurie, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone, minaccia, ricettazione, violazione di domicilio, estorsione, truffa, mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del Giudice, guida senza patente;

3) B.M. di anni 38 nato a Nola (NA) e residente a Formia (LT), attualmente detenuto, con precedenti per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso, detenzione abusiva di armi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social