Consiglio comunale a Cisterna: approvati tutti i punti all’o.d.g.

Regolamenti per l’affido familiare, tributi diritto di prelazione. Acceso confronto politico nei confronti della maggioranza e all’interno dell’opposizione

Consiglio comunale a Cisterna: approvati tutti i punti all’o.d.g.
Si è tenuta in seconda convocazione, a pochi giorni di distanza dalla precedente assise, la seduta di Consiglio comunale a Cisterna di Latina. 
Una riunione durata circa sette ore, la gran parte delle quali dovute ad un confronto tra i consiglieri di opposizione nei confronti della maggioranza, ma anche tra gruppi interni alla stessa opposizione, per fare il punto sulla situazione politica all’interno del Consiglio.
Assente per motivi di salute il Sindaco Carturan rappresentato dal neo Vice Sindaco Gildo Di Candilo che ha invitato i presenti a svolgere un consiglio tecnico sui punti all’ordine del giorno rinviando il dibattito politico alla presenza del Primo Cittadino.
Santilli, Innamorato, Melchionna, Capuzzo hanno chiesto spiegazioni sul mancato inserimento della mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio Di Cori tra i punti in esame, dovuto – è stato riferito in aula – alla mancanza del numero di firme necessario a seguito del ritiro di quelle di Carturan, Mazzoli e Filippi. Acceso il confronto tra coloro che hanno firmato la mozione di sfiducia a Di Cori in seno all’opposizione sostenendo un infruttuoso tentativo di ingresso in maggioranza.
Altra questione discussa è stata la situazione dell’emergenza sanitaria che in questo mese ha visto un’impennata dei contagi da Covid-19 in città, quali interventi di assistenza sono stati attivati per coloro che si trovano in isolamento domiciliare, oltre a lamentare l’assenza di una postazione drive-in della ASL per svolgere i tamponi così da evitare il disagio di spostamenti in altri territori.
Conclusi gli interventi, si è passati all’esame dei punti all’ordine del giorno, molti dei quali riguardanti la rinuncia del Comune all’esercizio del diritto di prelazione sull’acquisto di alloggi nel quartiere San Valentino al fine di poterne consentire la vendita ai privati che vi risiedono, e l’adozione di regolamenti comunali.
Tra questi il Regolamento distrettuale per l’affido familiare, un importante strumento a tutela dei minori e della genitorialità che va a recepire il regolamento regionale dando seguito a quanto deliberato dal Comitato Istituzionale dei Sindaci nel corso della seduta del 18.02.2020, e poi una serie di regolamenti riguardanti i tributi comunali.
In particolare il regolamento per la disciplina della riscossione coattiva delle entrate comunali di cui alla legge n. 160 del 2019 (Legge di bilancio), il regolamento generale delle entrate comunali, il regolamento per la disciplina dell’imposta municipale propria, la modifica del regolamento per la tassa occupazionale spazi ed aree pubbliche, la modifica del regolamento per l’imposta di pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni, l’approvazione delle aliquote IMU per l’anno 2020.
Su tutti questi punti, il gruppo Innamorato e PD hanno riferito di aver presentato una denuncia al prefetto, al segretario generale, al sindaco e ai revisori dei conti in quanto il mancato adeguamento del Regolamento di contabilità dell’Ente, risalente al 1996, compromette l’efficacia dei regolamenti in approvazione. Inoltre hanno lamentato come l’aliquota IMU non tenga conto della crisi economica che i cittadini stanno vivendo.
Successivamente si è discusso l’adeguamento del regolamento comunale per la definizione di “criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione previste in materia di abusi edilizi dal D.P.R. n. 380/2001 e dalla legge regionale 11 agosto 2008, n. 15”, e il regolamento per la concessione del patrocinio e l’utilizzo dello stemma del Comune.
Il consiglio si è concluso con l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social