Una donazione alla Croce Rossa in memoria di Alessandro Paolucci

Una donazione alla Croce Rossa in memoria di Alessandro Paolucci

Una cerimonia toccante, vissuta nel ricordo di chi non c’è più ma che proprio per questo è il segno tangibile di un’Italia che aiuta. Questo è stato l’incontro di ieri pomeriggio, presso la sede nel Quartiere di San Valentino, per sancire la donazione di alcuni materiali di Primo Soccorso all’Unità Territoriale di Cisterna di Latina del Comitato Locale di Latina della Croce Rossa Italiana. Un gesto compiuto in memoria di Alessandro Paolucci, il 40enne di Cisterna deceduto a luglio scorso in un incidente stradale. I suoi familiari avevano così deciso di impiegare a favore della CRI le offerte raccolte durante il funerale. L’incontro è stato tenuto attuando le misure di sicurezza sanitaria per arginare la pandemia di Covid-19.

A fare gli onori di casa, la volontaria responsabile dell’Unità Territoriale CRI di Cisterna, Lina Merolla, con accanto il presidente del Comitato di Latina della CRI, Giancarlo Rufo, i quali hanno ricevuto due zaini completi di primo soccorso, un defibrillatore (con due piastre pediatriche), sei CprCube (attrezzatura per l’addestramento alle manovre di rianimazione cardiopolmonare) e un’isola completa.

Uno dei fratelli di Alessandro Paolucci, anche a nome della famiglia, ha dichiarato: «La tragica e improvvisa scomparsa di Alessandro ci fa star male ogni giorno. Alessandro ripeteva “Ad ogni istante con il sorriso…”, vogliamo che queste parole siano il punto di partenza per trovare un po’ di pace e sollievo pensando, che grazie a tutti coloro che amano Alessandro, questa donazione possa dar gioia e speranza di vita a chi purtroppo ne avrà bisogno, così da far restare sempre vivo il ricordo di Alessandro».

Da parte sua, il vivo ringraziamento di Lina Merolla dell’UT CRI di Cisterna di Latina: «Questa donazione oltre che essere molto importante per noi perché rende il gruppo più operativo è molto importante per il messaggio di speranza che manda: trasformare un dolore così grande in speranza di vita è il segno d’amore più grande per Alessandro e per l’umanità. Ancor più ringraziamo la famiglia Paolucci perché possiamo testimoniare la loro vicinanza alla CRI di Cisterna con le donazioni durante le nostre raccolte fondi nel corso degli ultimi dieci anni».

You must be logged in to post a comment Login

h24Social