Braccio amputato dopo incidente sul lavoro: tutto prescritto

Braccio amputato dopo incidente sul lavoro: tutto prescritto

Si è conclusa con una sentenza di assoluzione per intervenuta prescrizione la vicenda relativa alle gravi lesioni subite da un operaio del Comune di Minturno, il quale nell’anno 2011 rimase vittima dell’amputazione del braccio sinistro e di numerose fratture nel corso delle operazioni di potatura degli alberi del Comune.

Secondo la Procura di Latina la responsabilità dell’evento era da addebitare al dottor Vincenzo Greco, già Prefetto di Chieti, all’epoca commissario prefettizio in quel di Minturno per l’assenza del sindaco, dimissionario: per l’accusa Greco non aveva correttamente valutato i rischi nell’esecuzione dei citati lavori.

Ipotesi da sempre contestata dall’indagato che viceversa, tramite il suo difensore, l’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, aveva prodotto un articolato organigramma predisposto al momento dell’insediamento con una corretta e puntuale divisione dei compiti: “Un organigramma – spiega il legale – che affidava ad altro dirigente la corretta divisione dei ruoli, delle responsabilità e la redazione dei piani antinfortunio”.

Tuttavia, trascorsi numerosi anni dal fatto, al giudice monocratico del Tribunale di Latina Enrica Villani nei giorni scorsi non è rimasto altro che dichiarare la prescrizione, lasciando così irrisolta la corretta ricostruzione dei fatti e delle eventuali responsabilità.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social