Dirty Glass, annullato l’arresto dell’imprenditore Franco Cifra

Dirty Glass, annullato l’arresto dell’imprenditore Franco Cifra

Messo ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta “Dirty Glass”, con l’accusa di aver favorito l’organizzazione mafiosa dei Di Silvio di Campo Boario, emettendo una fattura fasulla per un’azienda di Luciano Iannotta e consegnando denaro contante a Renato Pugliese e Agostino Riccardo, Franco Cifra, 61enne di Latina, è stato rimesso in libertà.

Accogliendo il ricorso della difesa dell’imprenditore, rappresentata dagli avvocati Maria Antonietta Cestra e Oreste Palmieri, il Tribunale del Riesame di Roma ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare per l’indagato.

L’avvocato Cestra ha sottolineato nel ricorso che Cifra anche in sede di interrogatorio ha precisato di aver effettivamente rilasciato la fattura, commettendo una leggerezza e un illecito tributario, ma di non essersi reso responsabile di alcun favoreggiamento e di averlo fatto solo per ottenere il pagamento di un catering da Pugliese e Riccardo, poi diventati collaboratori di giustizia, pagamento atteso da tempo.

Sottolineate poi le contraddizioni nelle affermazioni dei due pentiti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social