Caporalato, il ministro dell’agricoltura denuncia un “Caso Latina”

Caporalato, il ministro dell’agricoltura denuncia un “Caso Latina”

Sul fronte del caporalato il territorio pontino è una vera e propria emergenza nazionale.

A sottolinearlo, nella stessa settimana in cui i braccianti stranieri, la maggior parte di nazionalità indiana, sono tornati a scendere in piazza chiedendo diritti e giustizia, è stato il ministro dell’agricoltura Teresa Bellanova.

Rispondendo in sede di question time a una domanda sulle iniziative volte a riconsiderare l’opportunità di introdurre i voucher per le aziende del settore agricolo, l’esponente di Italia Viva ha specificato che l’emersione dei lavoratori decisa dal Governo non è stata fallimentare, visto che “oltre duecentomila persone sono uscite dall’invisibilità”.

E ha poi aggiunto: “A chi mette in dubbio che questa operazione sia stata utile per il contrasto al caporalato, elenco le province maggiormente interessate da questa piaga. Caserta, Ragusa, Latina, Napoli, Salerno, Foggia. Abbiamo strappato dalle mani dei criminali più di trentamila persone che ora lavorano per le nostre produzioni agricole in maniera legale”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social