Tassa di soggiorno, ecco cosa cambia con le modifiche al regolamento

Tassa di soggiorno, ecco cosa cambia con le modifiche al regolamento

Pubblicato il nuovo regolamento per la tassa di soggiorno presso il Comune di Formia, è stato presentato oggi in conferenza stampa dall’Assessore al Bilancio Biagio Attardi.

Il Regolamento è stato modificato per recepire tutte le nuove indicazioni previste nel decreto legge Rilancio 34 del 19 maggio 2020 convertito in legge n.77 del 17 luglio 2020.

Alcune modifiche apportate riguardano il gestore della struttura ricettiva e in particolare stabiliscono che il gestore diventa responsabile del pagamento dell’imposta, gode del diritto di rivalsa sul soggetto passivo turista/ospite è obbligato alla presentazione della dichiarazione annua esclusivamente in via telematica, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui si è verificato il presupposto impositivo, deve rispettare gli altri adempimenti previsti dalla legge e dal regolamento ed è soggetto all’applicazione delle sanzioni amministrative per omessa dichiarazione.

Inoltre il regolamento è stato modificato prendendo in considerazione anche le indicazioni regionali che prevedono altre tipologie ricettive: rifugi montani, country house, pernottamenti sulle barche da diporto, case del camminatore e simili.

Il Comune di Formia, si è dotato di un sistema che permetterà al gestore di registrarsi sul portale web ufficiale e di ricevere un codice identificativo attraverso il quale potrà effettuare tutte le attività di dichiarazione e versamento in modo facile e veloce.

“L’obiettivo dell’Amministrazione – evidenzia l’Assessore Biagio Attardi è quello di contrastare e combattere l’illegalità , individuando e sanzionando tutti coloro che non provvedono al versamento dell’imposta di soggiorno.I fondi ricavati dal pagamento dell’imposta di soggiorno sono destinati soprattutto alla riqualificazione urbana. Pagarla è dunque un dovere che, se non ottemperato, porta a sanzioni amministrative, sia per il turista che per l’albergatore. Per facilitare il pagamento e il controllo dell’imposta di soggiorno, l’ente ha adottato PayTourist, un software innovativo in grado di semplificare e velocizzare le operazioni”

Il processo messo in atto dall’Amministrazione, che doveva partire alcuni mesi fa ma che l’Emergenza Covid ha per ovvi motivi bloccato, ha evidenziato l’Assessore alle Attività produttive e al commercio Franzini è nato da una verifica della capacità ricettiva della città, la quale risulta il triplo rispetto a quella regolarizzata.

“Proteggere i cittadini che hanno sempre rispettato i pagamenti – ha sottolineato il Sindaco Paola Villa – e che con senso civico rispettano le norme al contrario di chi le elude, non rendendo nota la propria attività è l’obiettivo dell’Amministrazione.”

Il Sindaco ha infine illustrato la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 del 27 agosto 2020 con cui sono state approvate le tariffe Tari per il 2020 e fissate le scadenze delle rate con il seguente calendario: 30 settembre 2020, 30 novembre 2020, 31 gennaio 2020 inoltre sarà possibile il pagamento in unica soluzione entro il 31 dicembre 2020.

Le tariffe della TARI 2020 sono state elaborate secondo i principi stabiliti dall’ARERA, e anche in considerazione dell’emergenza COVID.

Si evidenzia che le tariffe determinate con la sopra richiamata deliberazione consiliare presentano una riduzione media del 4,70% rispetto a quelle dell’anno precedente grazie anche agli accertamenti e al recupero dell’evasione intrapresa dall’ufficio tributi già dalla fine dell’anno 2018 e che ha portato l’aumento del numero dei contribuenti da 18.500 a 19.800

Scelta dell’amministrazione comunale, è stata quella di attivare una specifica sezione del sito istituzionale dell’ente dedicata ai servizi al cittadino attraverso la quale, previa autenticazione con le specifiche modalità dettagliate in bolletta, i contribuenti potranno verificare la propria situazione TARI nonché procedere alla stampa del documento TARI e dei modelli di pagamento F24. Tale servizio al cittadino nell’attuale contesto di riferimento diviene uno strumento fondamentale di lotta alla diffusione del covid permettendo ai contribuenti di soddisfare determinate esigenze senza la necessità di recarsi presso gli sportelli dell’Ente.

Le informazioni sugli avvisi di pagamento e le eventuali richieste di modifica e/o correzione degli stessi possono essere richieste via mail, allegando una scansione documento di riconoscimento in corso di validità, ai seguenti indirizzi mail allegando tutta la documentazione necessaria: protocollo@pec.cittadiformia.it, ufficiotari@comune.formia.lt.it

La via prioritaria di colloquio con gli uffici dell’ente, qualora non sia risolutivo l’utilizzo del portale dei servizi al cittadino, è l’assistenza telefonica garantita dalle ore 9:00 alle 13:00 del lunedì/martedì/giovedì e dalle ore 15:30 alle 18:00 del giovedì esclusivamente al numero: 0771778827. Negli stessi orari ed allo stesso recapito telefonico sarà possibile prenotare eventuali appuntamenti nelle ipotesi nelle quali non sia possibile definire la pratica senza la presenza fisica del contribuente.

Per quanto riguarda le utenze non domestiche oltre ad avere una riduzione del 4,70 % tutte le strutture individuate con il codice Ateco avranno una riduzione fino al 25% del costo variabile in base al numero dei giorni di chiusura cosi come stabilito dall’ARERA.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social