Nonnismo alla Scuola di volo, Guerini: “Niente sconti”

Nonnismo alla Scuola di volo, Guerini: “Niente sconti”

“Non ci sarà comprensione per eventuali comportamenti che, anche alla luce dei pronunciamenti ancora attesi, si rivelassero difformi dagli imprescindibili principi di correttezza, etica professionale e rispetto della dignità individuale”. Il ministro della difesa Lorenzo Guerini, al question time al Senato, ha risposto così a un’interrogazione presentata sul caso di Giulia Jasmine Schiff, la ventunenne veneziana, allieva della Scuola di volo di Latina, che ha denunciato di essere stata vittima di episodi di nonnismo nella caserma pontina per poi finire espulsa dall’Accademia di Pozzuoli.

Il ministro ha sostenuto che “qualsiasi comportamento lesivo della dignità personale non può essere tollerato” e ha specificato che una “compiuta definizione di quanto accaduto potrà aversi solamente quando sarà conosciuto l’esito finale” dei procedimenti giudiziari e amministrativi ancora in atto sullo stesso caso.

Relativamente alla presunta “condotta discriminatoria” e all’asserito “atteggiamento ostativo” dell’Aeronautica militare nei confronti della giovane, oltre che alla possibilità di “reintegrazione sostanziale dell’allieva”, Guerini ha poi specificato che l’Arma Azzurra “ha ritenuto di dover procedere adempiendo alle determinazioni del giudice amministrativo”, provvedendo al reintegro cautelare della ventunenne.

Le disposizioni prese dall’Aeronautica, ha concluso il ministro, “sono state giudicate allo stato congrue dall’ordinanza del Tar del Lazio del 18 giugno 2020, nelle more del giudizio sul ricorso tuttora pendente nel merito e che si discuterà il 23 ottobre 2020 e delle cui determinazioni si terrà debito conto”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social