Discoteche chiuse, Fazzone contesta: “E i clandestini?”

Discoteche chiuse, Fazzone contesta: “E i clandestini?”

“La soluzione adottata dal governo di chiudere discoteche e locali da ballo non risolve certo i problemi legati alla diffusione del Covid. E’ chiaro che bisogna avere un grande senso di responsabilità nei distanziamenti e nell’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, mascherine in primis, ma per ridurre il rischio da contagio sono necessari altri provvedimenti”. Lo dichiara in una nota il coordinatore regionale di Forza Italia Lazio, il senatore Claudio Fazzone.

“Occorre intensificare i controlli, contingentando ulteriormente gli ingressi e facendo più tamponi sia sul territorio ma soprattutto a chi entra nel nostro Paese. Nelle regioni del Sud continuano infatti irresponsabilmente ad arrivare clandestini, molti dei quali positivi al Covid-19 e ad altre patologie infettive con un crescendo esponenziale. E allora cosa decide di fare il governo? Sigilla le discoteche in pieno agosto. Una misura che rischia solo di aggravare la situazione economica di un settore già pesantemente colpito dall’emergenza epidemiologica.

L’esecutivo avrebbe dovuto avviare da tempo una campagna massiccia di test e tamponi per chi arriva da fuori, in tutti gli aeroporti, dal momento che buona parte dei contagi è di provenienza. Come pure dovrebbe fare scelte più drastiche con i confini, procedendo con respingimenti e rimpatri. Purtroppo si è optato per il percorso più semplice: colpire le imprese e i lavoratori. Questo governo si dimostra ogni giorno che passa sempre più inadeguato a gestire l’attuale fase economica”.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social