Sanità, finito il commissariamento e investimenti sui presidi territoriali

Sanità, finito il commissariamento e investimenti sui presidi territoriali

La Regione Lazio dopo 12 anni chiude la fase di commissariamento per la sanità del Lazio.

Il PD ha sempre sostenuto, ancor di più sotto la Presidenza Zingaretti l’azione regionale volta all’uscita dal commissariamento senza dimenticare quelli che sono i cardini della nostra Regione ossia i presidi territoriali.

Dopo aver ottenuto la decisione di realizzare la Casa della Salute ad Aprilia, Cisterna, Cori, Sezze, Priverno, Sabaudia, Gaeta e Minturno, primo passo per rendere tali comuni riferimento per lo sviluppo della medicina territoriale, la Regione Lazio ha proseguito la propria opera rafforzando i servizi sanitari in provincia di Latina investendo per la riqualificazione e l’adeguamento degli immobili preesistenti a Cori, Minturno e Aprilia utilizzando fondi statali e, in parte, della Regione Lazio.

La Giunta Regionale, infatti, ha deliberato uno stanziamento di 2 milioni e 600 mila euro destinato all’ampliamento della Casa della salute di Aprilia tale finanziamento risulterà utile allo sviluppo dell’attività di screening, la telemedicina, la presa in carico delle patologie croniche.

Un successivo stanziamento di 1 milione e 200 mila euro da parte della Regione Lazio è stato effettuato per l’ospedale comunità di Cori grazie al quale sarà possibile programmare l’allocazione di servizi e di diagnostica in grado di innalzare la qualità delle cure offerte ai cittadini.

Con grande favore inoltre è stato accolto lo stanziamento di 800 mila euro, deliberato sempre dalla Giunta Regionale, destinato alla Casa della salute di Minturno utile alla messa a norma dell’ex ospedale grazie ai quali a breve inoltre inizieranno i lavori di sistemazione di alcuni locali per rendere più agevole il lavoro degli operatori del punto prelievi e per il servizio all’utenza.

Non sono da dimenticare poi le azioni intraprese nel capoluogo, al SM Goretti di Latina sono stati fatti investimenti importanti, vedi nuove sale operatorie, la camera ibrida oltre all’accelleratore lineare in Radioterapia, ovviamente gli interventi nel capoluogo non finiranno qui il PD ci tiene a mantenere gli impegni assunti come fatto per i su citati Cori, Aprilia e Minturno.

Sono sempre più convinto che la medicina territoriale, lo sviluppo dell’attività di screening, la telemedicina, la presa in carico delle patologie croniche insomma la prevenzione e la promozione siano passaggi obbligatori per innalzare il livello di cure per la salute dei cittadini.

Confido nelle abbondanti risorse che si sono liberate grazie all’uscita dal commissariamento attraverso le quali si potrà pensare di predisporre piani assunzionali, d’investimento finalizzati allo sviluppo e potenziamento di servizi.

Ciò è stato e risulta possibile grazie al Presidente Zingaretti, all’assessore Alessio D’Amato e alla professionalità del DG della ASL di Latina Giorgio Casati e alla sua squadra, grazie ai quali la sanità pontina ha intrapreso il percorso di qualità che merita.

Il PD ancora una volta si dimostra forza che garantisce i cittadini sulle politiche di sviluppo e sui servizi a partire da quello essenziale della sanità”.

A dichiararlo Roberto Masiero, segretario Circolo PD Sanità.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social