Misure di sostegno ai cittadini: sindaco e vice accusano l’asse Pd-Forza Italia-Lega

Misure di sostegno ai cittadini: sindaco e vice accusano l’asse Pd-Forza Italia-Lega

Sindaco e vicesindaco di Roccagorga tuonano contro quella che definiscono “vecchia politica”. “Il consiglio comunale del 30 luglio – dichiara il vicesindaco Mario Romanzi – è stato l’ennesima conferma dell’esistenza dell’asse della vecchia politica targato PD – Forza Italia – presidente del consiglio (Lega). Nonostante la formale distinzione tra le forze politiche in realtà mostrano di avere lo stesso indirizzo tale da poter essere considerate nella sostanza un unico gruppo. Fa specie soprattutto per i due rappresentanti di Lega e Forza Italia che si riempiono la bocca sempre di ‘centrodestra’ quando in realtà sono diventati lo strumento principale della sinistra del malgoverno e dei debiti. La riprova più evidente di questo asse della vecchia politica è stato quando il PD e Forza Italia si sono schierati a favore dell’emendamento tardivo ed inammissibile, proposto dal presidente del consiglio, che avrebbe esposto le casse comunali a una perdita di euro 110.000 non essendo indicata la copertura finanziaria della proposta come dovrebbe essere per ogni emendamento che ha grande impatto sul bilancio. Sicuramente è sfuggito al proponente, e ai consiglieri che lo hanno appoggiato, che le agevolazioni cosiddette atipiche della TARI devono essere finanziate unicamente dal bilancio comunale. Per non parlare infine delle interpretazioni a senso unico del Regolamento comunale, come ad esempio la decisione strumentale di rinviare il punto all’odg di rettifica di una delibera per mero errore materiale dicendo di non aver rispettato i termini di presentazione degli atti. Questi esponenti della vecchia politica fanno proprio l’insegnamento orweliano: tutti sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”.

“Si è assistito ad un patetico tentativo dipingere l’amministrazione comunale – dichiara il sindaco Nancy Piccaro – come non attenta ai bisogni dei cittadini per non aver disposto agevolazioni.  In realtà sono state aumentante le riduzioni del 30% (rispetto al 20% degli anni scorsi) ai pensionati con reddito Isee da zero a 8.000 euro, mentre si è arrivati al 20% (rispetto al precedente 10%) per i portatori di handicap grave. Riguardo le utenze non domestiche, chiuse nel periodo del lockdown, ci sarà una riduzione del 33%, più del doppio di quanto previsto dalla normativa nazionale, coperta interamente dal bilancio comunale per cui non andrà ad impattare in alcun modo sulle famiglie.  Pertanto chi millanta una grande competenza rispetto all’amministrazione in realtà vuole semplicemente ingannare i cittadini in piena conformità ai crismi della vecchia politica di cui fanno parte il PD, Forza Italia ed il presidente del consiglio. Questa amministrazione ribadisce la sua attenzione nei confronti dei bisogni reali dei cittadini, ed è scevra da strumentali condizionamenti politici”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social