Festival Pontino di Musica, il 21 luglio al castello di Sermoneta

Festival Pontino di Musica, il 21 luglio al castello di Sermoneta

Dopo i concerti di Giovanni Gnocchi, Andrea Lucchesini e Mario Caroli, docenti dei Corsi di Sermoneta e affermati solisti, il Festival Pontino di Musica punta sui giovani. Nell’ultimo appuntamento in streaming martedì 21 luglio (ore 19.30) dal Castello Caetani di Sermoneta toccherà al giovane talento Daniele Fasani, milanese, classe 1994, il cui repertorio si concentra particolarmente sul secondo Novecento italiano. Fasani è anche il vincitore della seconda edizione del Premio Riccardo Cerocchi, istituito nel 2018 dal Campus Internazionale di Musica di Latina, in ricordo di una delle personalità culturali più vivaci del territorio pontino, infaticabile organizzatore e promotore per oltre quarant’anni del Festival Pontino. Scopo del Premio è quello di valorizzare e promuovere l’importante patrimonio musicale dell’Istituto di studi musicali “Goffredo Petrassi” gestito dal Campus di Latina, che custodisce i fondi manoscritti di Goffredo Petrassi, Gino Contilli, Luis de Pablo, Barbara Giuranna, Fausto Razzi e Ivan Vandor.

Il concerto di Fasani si apre proprio con alcune pagine pianistiche di Petrassi, le Invenzioni, e prosegue con la musica di Igor Stravinskij (Tango & Piano Rag Music), Alexander Scrjabin (Vers la Flamme op. 72) e Franz Schubert (Sonata D. 850 in re maggiore).

Daniele Fasani

Daniele Fasani è nato a Milano nel dicembre 1994. A nove anni viene ammesso al Coro delle voci bianche del Teatro alla Scala, dove rimane fino al 2008. Nel 2004 inizia gli studi di pianoforte. Nel 2018 consegue, con il massimo dei voti e la lode, la Laurea di II Livello in Pianoforte (indirizzo interpretativo) presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Donizetti” di Bergamo. Attualmente studia sotto la guida di Maria Grazia Bellocchio, nonché alla Scuola di Musica di Fiesole con Elisso Virsaladze. E’ vincitore di numerosi premi presso concorsi nazionali e internazionali (tra cui un Primo premio assoluto presso il concorso “Città di Piove di Sacco”, Primo Premio Concorso “Città di Treviso” Sez. Contemporanea, primo premio “G. Rospigliosi”, secondo premio presso i concorsi “Giorgio e Aurora Giovannini” e “Città di Albenga” e terzo premio al concorso “Kreisleriana” di Monza). Ha ricevuto nel 2016 il premio di studio “Gaetano Donizetti” organizzato da Rotary Club Bergamo Città Alta. Nel 2019 consegue il Primo Premio al Concorso Internazionale “Riccardo Cerocchi” di Latina. Ha partecipato a numerose rassegne organizzate dalla Scuola Civica di Milano (Musei a cielo aperto, Notti Trasfigurate), al Festival Internazionale “Gioventù del Pianeta” e, a Manchester, al Chetam’s International Piano Summer School. Come pianista accompagnatore ha preso parte a numerose masterclasses di flauto di Raffaele Trevisani. Tiene regolarmente concerti come solista o in formazioni da camera, sia in Italia che all’estero. Tra gli altri, si è esibito per: Circolo degli Ufficiali di Bologna, Civica Scuola di musica “Claudio Abbado” di Milano, Conservatorio di Bergamo, Conservatorio di Novara, Cremona Pianoforum, Comune di Sacile, Piano City Milano, Piano City Bergamo, Casa Armena Milano, Fazioli pianoforti (Note in Volo a Malpensa), Piedicavallo Music Festival, Biennale di Venezia, Università di Milano-Bicocca, Iseo Classica, Palazzo Cavagnis di Venezia, Monferrato Classic Festival, Conservatorio “G. Puccini” di Gallarate, Festival Pianistico di Bergamo-Brescia (in collaborazione con il conservatorio di Bergamo), IRCAM di Parigi, Britten Pears Young Artist Program (UK), Fondation Royaumont (FR), Stresa Festival, Accademia Filarmonica Romana, Fondazione Campus Musica di Latina, Festival Viva Villa di Avignone (FR). Molto impegnato nell’ambito della musica contemporanea, ha preso parte, come allievo del Call for Young Performers organizzato da Divertimento Ensemble alle stagioni Rondò dal 2014 al 2018, con in programma brani di Mantovani, Stockhausen, Gorli, Sciarrino, Kurtág, Ligeti. Nel 2016 si è esibito presso la Sala Arte Povera del Museo del ‘900 in duo con Filippo Gorini in occasione del progetto di Divertimento Ensemble dedicato a Niccolò Castiglioni. Nello stesso anno è stato ospite a Rai Radio 3 assieme ad altri pianisti. Nel 2015 e 2016 è stato selezionato come pianista nell’orchestra da camera giovanile della Biennale di Venezia (Biennale College Musica). Nel 2017 e 2018 è invitato come pianista nell’Ulysses Ensemble, nuova formazione internazionale, con cui si è esibito in Francia e Inghilterra. Recentemente si è esibito in qualità di clavicembalista nei concerti di Rondò 2017 di Divertimento Ensemble. Nel 2018 prende parte al Concours International de Piano d’Orleans, uno dei massimi riconoscimenti nell’ambito della musica contemporanea, superando la fase eliminatoria con un brano in prima esecuzione assoluta di L. Marino. Ha seguito masterclass e lezioni con Alexander Lonquich, Peter Donohoe, Vladimir Tropp, Alicja Fiderkiewicz e Stefania Redaelli. Ha studiato Clavicembalo con Sergio Vartolo e Matteo Messori presso il Conservatorio di Bergamo. Ha seguito corsi di Fisica presso l’Università di Milano-Bicocca. Dal 2019 è Docente di Pianoforte nei corsi di Base presso il Conservatorio di Musica “L. Marenzio” di Brescia.

Infine la musica dal vivo. A Latina, al Circolo Cittadino, venerdì 24 luglio (ore 21) un altro promettente talento, anch’esso pianista, Filippo Tenisci, nato a Tirana e cresciuto musicalmente in Italia. Programma di grande virtuosismo e impegno non comune, con la trascrizione lisztiana di Elsas brautzug zum Munster dal Lohengrin di Wagner, la Sonata op. 109 di Beethoven e la Sonata in si minore di Liszt.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social