12 luglio 1911, per non dimenticare: l’intervento del sindaco Fargiorgio

12 luglio 1911, per non dimenticare: l’intervento del sindaco Fargiorgio

12 Luglio 1911, per non dimenticare. Leggiamo e pubblichiamo l’intervento del sindaco di Itri, Antonio Fargiorgio

“Quella di oggi è una data che Itri e gli Itrani non possono, anzi non debbono dimenticare.

Il 12 luglio del 1911 si registrò quella che è passata alla cronaca come la strage dei Sardi, un evento su cui molto è stato scritto, talvolta anche senza la necessaria obiettività storica e giornalistica.

Il mio intendimento è stato sempre quello di avviare un percorso di riconciliazione, che ci conducesse, tutti, a rivedere, a ripensare quegli eventi in un’ottica diversa, nuova. Ho già detto diverse volte come non sia più il tempo di fare processi, ma come, di contro, la Storia ci debba portare a mettere la parola fine ad una querelle durata troppo tempo.

Il 5 ottobre 2019 ho perciò voluto fortemente l’incontro ad Itri con i rappresentanti della comunità sarda e lì abbiamo creato i presupposti per una, oramai necessaria, riconciliazione. Ho trovato grande disponibilità nei miei omologhi sardi e soltanto gli eventi legati alla diffusione del coronavirus hanno impedito un mio viaggio nella splendida Sardegna a fine febbraio. Viaggio che avrebbe dovuto fare da viatico alla giornata di oggi che, negli intendimenti di tutti i partecipanti all’incontro del 5 ottobre scorso, doveva costituire il punto di arrivo del percorso di riconciliazione.

Questo percorso non si è interrotto. Continuerò, grazie anche alla disponibilità dei Sindaci sardi interessati, ad insistere affinché si possa portare a compimento un processo che ritengo assolutamente doveroso.

Non posso in questa sede non citare due autori, Rino Solinas e Nicola Maggiarra, che con le loro opere hanno dato una scossa positiva a questo processo di riconciliazione. E ricordo altresì l’amico Pino Pecchia che, da storico obiettivo, ha fornito spunti e documenti utilissimi a far chiarezza sui fatti del 1911.

Facciamo in modo che quella triste pagina di storia possa essere finalmente voltata, seppur senza essere dimenticata. Scriviamone un’altra tutti insieme all’insegna della riconciliazione.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social