Dai natanti in difficoltà, a quelli ancorati tra i bagnanti: superlavoro per la Guardia Costiera

Dai natanti in difficoltà, a quelli ancorati tra i bagnanti: superlavoro per la Guardia Costiera

Il bel tempo e le temperature elevate hanno fatto registrare una notevole affluenza sulle spiagge e negli specchi acquei antistanti il litorale del sud pontino. Le pattuglie terrestri e le unità navali della Guardia Costiera sono state impegnate quindi lungo tutto il litorale di competenza nei controlli dell’operazione “Mare sicuro”, per garantire la sicurezza di bagnanti e diportisti nonché il corretto espletamento delle attività balneari.

Di particolare rilievo nella giornata di ieri è stato l’intervento della motovedetta che ha soccorso un pedalò con quattro persone a bordo, originarie di Gaeta, nelle acque antistanti il litorale di Serapo del Comune di Gaeta. La segnalazione è giunta alla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta dall’assistente bagnanti di un locale stabilimento balneare che intervenuto nel tentativo di soccorrere il pedalò si è poi trovato esso stesso in difficoltà a causa delle sfavorevoli condizioni meteomarine. La motovedetta raggiunto il piccolo natante ha impedito che il pedalò e il pattino si infrangessero sugli scogli, consentendo all’equipaggio della Guardia Costiera di portare in salvo i malcapitati.

Nella mattinata odierna, invece, complice anche il mare mosso, la Motovedetta della Guardia Costiera di Terracina e il gommone di Gaeta sono intervenuti nello specchio acqueo antistante il litorale di Fondi per una richiesta di soccorso riguardante 5 bagnanti, originari di Fondi, in difficoltà perché sbalzati da un gommone fuori controllo. I bagnanti sono stati tratti in salvo grazie alla collaborazione degli assistenti bagnanti degli stabilimenti balneari e portati sulla spiaggia. I militari hanno poi provveduto ad arrestare la folle corsa del gommone che continuava a girare su se stesso.

Sempre sul litorale di Fondi e più precisamente nella spiaggia di Sant’Anastasia, nel corso della mattinata odierna, si è verificato il decesso, per cause naturali, di un anziano di 71 anni di Fondi in seguito ad un malore. Sul posto sono intervenuti i militari della Guardia Costiera di Gaeta ed il personale del 118.

Nelle prime ore del pomeriggio, le motovedette della Guardia Costiera di Gaeta sono state impegnate lungo il tratto di mare antistante la spiaggia Arenauta del Comune di Gaeta per prestare assistenza a due unità in difficoltà. La prima, un natante con 6 persone a bordo provenienti da Formia e Cassino in difficoltà a causa di un malfunzionamento al motore è stato messo in sicurezza dalla motovedetta che ha poi assistito l’unità fino all’ormeggio. L’altra imbarcazione, con una persona a bordo di origine campane, è invece stata assistita dall’altra motovedetta della Guardia Costiera intervenuta per la concomitanza dei soccorsi. Tutti gli occupanti sono risultati in buono stato di salute.

Nell’ambito dei controlli effettuati sia dalle pattuglie terrestri che dai mezzi a mare, sono state rilevate diverse irregolarità relativamente all’uso del demanio marittimo e in materia di diporto. In particolare, è stato elevato un verbale amministrativo ad un noleggiatore per aver lasciato sulla spiaggia libera attrezzature balneari inutilizzate. Il personale a mare ha invece elevato sanzioni a unità da diporto per aver ancorato nella fascia di mare riservata alla balneazione, con grave pregiudizio per la sicurezza dei numerosi bagnanti presenti in quel momento.

Si ricorda che è attivo su tutto il territorio nazionale il numero per le emergenze in mare “1530” oppure è possibile consultare il sito istituzionale della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it

You must be logged in to post a comment Login

h24Social