Destra Sociale: “Non si sono trovati i soldi per sistemare un tombino”

Destra Sociale: “Non si sono trovati i soldi per sistemare un tombino”

A Fondi, ormai è campagna elettorale. Alberto Di Fazio, responsabile di Fondi per Destra Sociale fa le pulci al vice sindaco Maschietto per i problemi nella contrada del candidato sindaco e attacca l’Amministrazione sul rifacimento strade.

Alberto Di Fazio

“In questi giorni il Vice Sindaco Beniamino Maschietto con l’Assessore ai lavori pubblici Onorato di Manno comunicano alla stampa di aver approvato nel piano Triennale delle Opere Pubbliche inserito nell’annualità 2020 trovando copertura finanziaria mediante prestito che sarà contratto con la Cassa Depositi e Prestiti di 400.000 euro. All’intero del progetto, si prevede la messa in sicurezza del manto stradale e della viabilità comunale nei tratti in cattive condizioni.
L’intero progetto e l’elenco delle strade è stato studiato dall’ufficio tecnico del comune in base alle segnalazioni fatte negli ultimi mesi.
I tratti che verranno ripristinati sarano: il tratto comunale di via Appia Lato Monte San Biagio, tratti di via Tribuzio, via Stazione, via Ponte Gagliardo (secondo tratto), via Arnale Rosso, via Ponte nuovo, via degli Osci, via degli Ausoni, via dei Volsci, via dei Latini, via Roma, via Goffa, viale Piemonte (tratto dalla rotonda di via diversivo Acquachiara all’incrocio con Via Madonna delle Grazie), oltre a via S. Antonio, via Sugarelle, via Moi ed altre strade.
Peccato però, che alcune zone hanno bisogno di un intervento immediato per la sicurezza del cittadino, nell’elenco in questione non vengono citate – interviene così il responsabile cittadino della Destra Sociale Alberto di Fazio dichiarando che – “Da molto tempo abbiamo segnalato il ponte in Via Colle Troiano da molti anni in cattive condizioni strutturali, dove sono già accaduti anche molti sinistri di auto andate giù nel fossato (con documentazione acquisita), ma l’amministrazione non ha preso provvedimenti concreti, ha fatto installare cartelli di divieto di transito a mezzi pesanti per arginare il problema.
Ad oggi quei divieti non solo non vengono rispettati, ma si corre un gravissimo pericolo per la carreggiata ristretta da rete arancione, permettendo il passaggio di un solo mezzo senza essere segnalato per lo piu’ con erba alta che toglie la visibilità.
Curve pericolose prima del ponte, già segnalate svariate volte dai cittadini della zona sia a noi che alle autorità competenti, ma nessuno dell’amministrazione è interessato al pericoloso ponte.
Per poi continuare a citarne altre come via Torricelle (zona san Magno) ormai dimenticata e ricordata solo per andare a chiedere i voti. Nell’elenco non viene citata nemmeno una strada della contrada San Raffaele dove in alcune zone l’asfalto non esiste più ormai da tempo.
Ad esempio tratti di via Ponte Perito, via Flanca, fino ad arrivare a via Mola di Vetere. Citando ancora via Pantanello strada molto stretta e pericolosa nella viabilità. Ne potrei citarne ancora!!!
Ma una cosa che mi preme moltissimo è una cosa già segnalata da molto tempo di cui nessuno si è mai interessato!!!


Un tombino aperto molto profondo nel parco adiacende la scuola dell’infanzia ed elementare del Salto di Fondi.
Molte mamme della zona avevano già segnalato dall’inizio di Dicembre 2019 quel tombino, ma il comune si è degnato solo di transennarlo e mettere dei nastri.
Questo è il metodo che l’ amministrazione usa da anni per intervenire in questa città: “trasennare e mettere segnali di pericolo”.
Incredulo della situazione mi sono recato personalmente sul posto per verificare e documentare con foto e video ed effettivamente ho trovato una situazione davvero molto pericolosa.
Un tombino rotto senza coperchio, e molto profondo.
Ma la cosa che più mi ha meravigliato, che i bambini del Salto di Fondi nel 2020 ancora non hanno un’altalena, uno scivolo e altri giochi nel parco!!!
Adesso vorrei fare una domanda al vice Sindaco Beniamino Maschietto professionista che io stimo moltissimo: “Ma è possibile che lei abitando in quella zona, non si è mai accorto che i bambini del Salto di Fondi non hanno un area giochi avendo a disposizione un parco? Ed è possibile che nessuno mai gli ha segnalato quel tombino scoperto e pericoloso?” Io personalmente non ci credo!!! – conclude così Alberto di Fazio.
Speriamo con tutto il cuore che il nostro Vice Sindaco con la sua giunta, prenda in mano la situazione e si adoperi a realizzare un area giochi per i bambini, ma sopratutto spero vivamente che prenda immediati provvedimenti a far chiudere questo tombino pericoloso, visto la frequenza giornaliera di bambini nel parco.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]