Pistole con caricatore, silenziatore e colpo in canna: tre arresti a Latina

Pistole con caricatore, silenziatore e colpo in canna: tre arresti a Latina

Nella serata di domenica 14 giugno 2020 a Latina, i Carabinieri della sezione radiomobile hanno arrestato, come riportato dai militari, tre persone: “Carocci Stefano, 38enne di Latina, e Finocchiaro Pietro, 40enne di Latina, sorpresi a trasportare in automobile tre pistole cariche, di cui due munite di silenziatore e una di esse con il colpo in canna. È stata tratta in arresto – proseguono i carabinieri – anche F.F., 29enne incensurata da Velletri, che al momento del fermo si trovava in automobile con loro”.

I tre dovranno rispondere, in concorso, di porto illegale di armi comuni da sparo e ricettazione.

L’arresto trae origine da un’attività di controllo a carico del 38enne di Latina dopo che, “nel febbraio del 2019, fu trovato in possesso di circa 100.000 euro in contanti in buste termosaldate, mentre era alla guida della sua autovettura”.

Quando sono stati fermati – secondo quanto reso noto dalle forze dell’ordine – a bordo della Fiat 500 guidata proprio dal 38enne, ai piedi del lato passeggero sul sedile anteriore venivano trovate le armi riposte in due buste della spesa come nel seguente dettaglio:

  • nr.1 pistola marca glock cal.45 con matricola abrasa, con il colpo in canna e caricatore inserito contenente nr.10 cartucce e dispositivo silenziatore;
  • nr.1 pistola marca sig. sauer sp 2022 cal. 9×21 con matricola abrasa, con caricatore inserito contenente nr.15 cartucce e dispositivo silenziatore;
  • nr.1 pistola marca glock calibro 9×21 avente matricola csh289 con caricatore inserito contenente nr.10, risultata provento di furto denunciato nell’ottobre 2019 in aprilia.

inoltre, all’interno di una custodia in plastica venivano rinvenuti:

  • nr.1 caricatore con all’interno nr.10 cartucce cal. 9×21,
  • nr.1 caricatore con all’interno nr.10 cartucce cal.45
  • nr.1 caricatore con all’interno nr.15 cartucce cal.9×21
  • una canna per pistola cal.9×21″. 

Tutti e tre gli arrestati sono stati associati alle case circondariali di Latina e Roma (Rebibbia) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Latina.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social