Consiglio comunale a Fondi: il report della seduta straordinaria di ieri

Consiglio comunale a Fondi: il report della seduta straordinaria di ieri

Si è svolta nella mattinata di ieri, giovedì 11 giugno, la Seduta Pubblica Straordinaria del Consiglio comunale in modalità video conferenza, aperta dall’approvazione dei verbali della seduta precedente, cui ha fatto seguito l’introduzione da parte dell’Assessore al Bilancio Daniela De Bonis del secondo e terzo punto all’odg, avente ad oggetto “Approvazione Regolamento per l’applicazione dell’imposta municipale propria IMU” e “Approvazione aliquote e detrazioni imposta municipale propria IMU – anno 2020”.

L’Assessore ha specificato che il Regolamento recepisce la normativa nazionale, pertanto l’approvazione ex novo è dovuta alle modifiche della suddetta normativa, che vede l’abolizione della IUC e l’accorpamento di TASI ed IMU: «Il Regolamento prevede compensazioni e la possibilità di dilazionare i pagamenti non effettuati negli anni precedenti, fino a 72 rate mensili dell’importo. Per quanto riguarda le aliquote IMU, a differenza di altri Comuni, abbiamo deciso di mantenerle invariate». Sono state altresì confermate detrazioni, riduzioni (l’aliquota stabilita allo 0,65% per le abitazioni locate a canone concordato sconta un’ulteriore riduzione del 25%) ed esenzioni (tra cui, come da art. 177 del D.L. 19/5/2000 che prevede per l’anno 2020, in considerazione degli effetti connessi all’emergenza sanitaria da Covid-19, l’esenzione dal pagamento della prima rata relativa a: immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali; immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei B&B, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate).

Mario Fiorillo ha presentato una mozione d’ordine proponendo il rinvio della Seduta a causa delle difficoltà tecniche della video conferenza, che è stata respinta ottenendo 16 voti contrari, 3 favorevoli e 2 astenuti.

I lavori sono proseguiti con l’intervento di Luigi Parisella, che si è espresso preannunciando voto contrario sul Regolamento, e di Fiorillo, che ha affermato di essere favorevole al Regolamento ma contrario sulle aliquote poiché a suo dire non tengono conto della situazione particolare causata dall’emergenza epidemiologica e del necessario rilancio dell’economia fondana, che meriterebbe di essere discusso in un apposito Consiglio comunale. Analoga contrarietà è stata espressa da Maria Civita Paparello.

Il Vice Sindaco Beniamino Maschietto è intervenuto dicendosi favorevole ad un Consiglio ad hoc: «Prima di convocarlo stiamo attendendo notizie sulle ulteriori risorse nazionali e regionali che saranno messe a disposizione degli Enti locali».

Ha preso poi la parola l’Assessore ai Servizi sociali Dante Mastromanno, sottolineando come nella fase dell’emergenza epidemiologica l’Amministrazione comunale e i dipendenti abbiano lavorato senza sosta per dare risposte ai cittadini in difficoltà.

Fiorillo ha poi precisato di non essersi riferito a ciò che è stato fatto, riconoscendo l’impegno profuso, ma alla pianificazione del futuro dell’economia cittadina.

Il Regolamento IMU è stato approvato con 20 voti favorevoli e 1 contrario (Luigi Parisella).

La votazione sulle aliquote e detrazioni IMU ha visto il seguente esito: 16 favorevoli e 4 contrari (Fiorillo, Paparello, Luigi Parisella, Sepe).

L’Assessore De Bonis ha poi introdotto il punto riguardante la determinazione del valore delle aree fabbricabili per accertamenti IMU – anno 2020, che conferma i valori del 2019; la riduzione del 50% per le aree fabbricabili per cui sussistano vincoli di natura urbanistica di non edificabilità, per le aree edificabili inserite nel P.R.G., ma soggette a P.P.E. non ancora adottati e/o approvati, e per le aree edificabili inserite nel P.R.G. e P.P.E. sino a quando sussistano vincoli sovracomunali di inedificabilità assoluta: «Le riduzioni, non cumulabili tra loro, saranno riconosciute a seguito della presentazione di apposita domanda, a cui deve essere allegata perizia asseverata redatta da tecnico abilitato».

Luigi Parisella ha proposto di aggiungere la riduzione per i terreni edificabili che hanno ceduto cubatura. La votazione sulla mozione ha visto 16 contrari, 2 astenuti (Paparello e Sepe), 1 favorevole (Luigi Parisella).

La votazione sul punto all’odg è stata sospesa per problemi tecnici della video conferenza e, alla ripresa dei lavori, per mancanza del numero legale la Seduta è stata interrotta e proseguirà pertanto in nuova convocazione.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social