Asilo nido e sentenza del TAR, il consigliere Marciano: “L’Amministrazione rifletta sulla propria arroganza”

Bocciate dal Tar di Latina le scelte fatte dal Comune di Formia nella gara per l’affidamento della gestione del servizio di asilo nido comunale per tre anni. Accolto il ricorso presentato dalla Cooperativa Sociale Gialla

Asilo nido e sentenza del TAR, il consigliere Marciano: “L’Amministrazione rifletta sulla propria arroganza”

Asilo Nido di Formia: Il Tar Lazio ha annullato l’affidamento di asilo nido comunale al Consorzio Intesa. Le eccezioni sollevate dalla Cooperativa Gialla, l’attuale gestore, sono state interamente accolte. L’offerta presentata dal Consorzio non ha i requisiti previsti dal capitolato d’appalto, in particolare l’esperienza del soggetto attuatore nella gestione di asili nido risulta totalmente inconsistente. Inoltre, l’offerta è carente rispetto all’obbligo di assorbimento delle attuali maestranze previsto dal bando.

Paola Villa, sindaco di Formia

Anche l’offerta presentata da un altro soggetto imprenditoriale, arrivato secondo nella graduatoria comunale, è risultata pesantemente carente sul rispetto dei diritti delle lavoratrici, perché proponeva un CCNL con un costo del lavoro più basso rispetto a quello attuale. Questo è quanto determinato dal giudice amministrativo: Il Comune di Formia, che si è costituito in giudizio contro i ricorrenti, è stato condannato al pagamento delle spese processuali.

L’Amministrazione Comunale, che tanta fretta aveva di affidare questo servizio al Consorzio, tanto da essere pronta a buttare fuori dall’attuale sede i bambini e a sostenere un cambio di gestione durante l’anno didattico, rifletta su quanto accaduto. Rifletta, in particolare, sulla sciocca arroganza di cui si è riempita la bocca la Sindaca nei suoi sproloqui a proposito di diritti dei lavoratori dell’asilo nido violati dalla precedente amministrazione, quando proprio sotto ai propri occhi stava per avvenire una macroscopica violazione del loro inquadramento contrattuale.

Il Tar di Latina

Soprattutto, abbia la decenza di ringraziare i genitori dei bambini iscritti, la cui mobilitazione ha consentito di evitare l’affidamento di un servizio così delicato ad un soggetto gestionale totalmente inadeguato.

E mi sia consentito un po’ di colore: una bella pernacchia a quel presuntuoso dirigente del Consorzio Intesa, che spalleggiato da qualche consigliere comunale di maggioranza, andava a minacciare querele a destra e manca, compreso il segretario del PD di Formia, Luca Magliozzi, e una delle mamme più attive nel comitato genitori. Avevano ragione loro, e torto voi.
Ora, si cominci a capire che l’asilo nido è un servizio troppo delicato e strategico per essere nelle mani di queste contese, e si proceda ad una gestione in house dello stesso attraverso un’azienda speciale comprensoriale sui servizi sociali.
Nel mentre, si affidi a chi ha i titoli, l’esperienza, e il merito di aver riportato gli iscritti all’asilo nido al doppio di quelli di tre anni fa”.

Così in una nota diffusa a mezzo stampa, il consigliere comunale di Formia, Claudio Marciano.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social