Covid, da Itri la messa per gli oltre 30mila morti

Covid, da Itri la messa per gli oltre 30mila morti

Si è svolta questa mattina, 3 giugno 2020, alle ore 7,30, nella Chiesa dei Padri Passionisti di Itri, la cerimonia funebre per ricordare le 33.530 vittime dell’epidemia da coronavirus, registrare, fino al ieri, 2 giugno 2020, in Italia.

A presiedere la messa funebre di commemorazione dei defunti di coronavirus, nella Chiesa dedicata alla Madonna di Loreto, è stato padre Antonio Rungi, delegato arcivescovile per la vita consacrata dell’arcidiocesi di Gaeta.

Con lui hanno concelebrato i padri Cherubini Di Feo e Costantino Comparelli. L’animazione liturgica con canti appropriati è stata assicurata dall’organista del convento, Antonio Lebone. Rispettate le norme sanitarie e di sicurezza previste per la celebrazione della messa all’interno dell’edificio di culto.

Hanno partecipato numerosi fedeli per ricordare i tanti morti dei giorni scorsi. Nei vari momenti di riflessione che padre Rungi ha proposto durante la celebrazione, il celebrante ha sottolineato “la necessità di non dimenticare e di ricordare nella preghiera, nella messa, nelle opere di carità, nella visita ai cimiteri, i nostri cari morti di coronavirus”.

La messa celebrata è stata quella del 2 novembre, giorno della commemorazione dei fedeli defunti, il terzo formulario, con il vangelo sul giudizio universale: “era ammalato e siete venuti a visitarmi e a curarmi”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social