Beni confiscati, interviene l’assessore Ranieri

Beni confiscati, interviene l’assessore Ranieri

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità, interviene l’ assessore a Decoro e Patrimonio del Comune di Latina, Emilio Ranieri. “L’Amministrazione comunale di Latina -si legge in una nota – ha scelto da tempo di dare un segnale importante nella lotta alla criminalità intervenendo in varie procedure di beni confiscati attraverso un impegno costruttivo. Sappiamo bene che restituire alla collettività patrimoni indebitamente accumulati è una delle strade più efficaci per combattere l’illegalità e indebolirla. Chi oggi afferma che il Comune di Latina non sia particolarmente attento all’utilizzo dei beni confiscati mente sapendo di mentire. Oppure è male informato. I due immobili di Via Moncenisio e Via Luna presentano delle problematiche di tipo amministrativo sia per l’utilizzo perequativo che per l’utilizzo sociale. E l’ultima cosa che vuole questa Amministrazione è far pagare alla collettività scelte amministrative poco giudiziose come invece accadeva in passato.

Ci sono atti e procedure concrete già concluse per almeno 7 beni confiscati: parliamo di terreni commerciali e agricoli, immobili e unità abitative che saranno utilizzati per finalità istituzionali, sociali e culturali. Insomma per il bene comune. Abbiamo inoltre già manifestato la volontà di acquisire l’immobile in Via dei Sabini mentre per altri sono ancora in corso le procedure necessari, come per il terreno in via Goya sui cui è in corso un progetto in accordo con la Regione Lazio.

Negli ultimi due anni su questo fronte è stato svolto un lavoro imponente dal Welfare e dal Servizio Decoro e Patrimonio. Insieme all’Assessora alla Legalità Maria Paola Briganti abbiamo iniziato un percorso difficile con Prefettura, Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati, Agenzia del Demanio e Forze dell’Ordine.

Plaudiamo alle iniziative svolte sotto il coordinamento della Prefettura che hanno visto impegnate in questi ultimi anni le istituzioni coinvolte, non ultima l’Amministrazione. Abbiamo supportato, in sicurezza e nel rispetto delle persone, la complessa attività di sgombero dei beni occupati, i quali spesso continuavano ad essere utilizzati, direttamente o indirettamente, dalle stesse persone. Oggi cogliamo l’occasione per ringraziare tutti: è attraverso un delicato e impegnativo gioco di squadra che questi beni sottratti alla criminalità torneranno presto a disposizione di tutta la città. Anche di chi oggi non riconosce l’impegno del Comune diffondendo informazioni frettolose e imprecise”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social