Il Comune non risponde al Tar e l’ordine di demolizione viene bloccato

Il Comune non risponde al Tar e l’ordine di demolizione viene bloccato

Il Comune di Cori ha ignorato le richieste del Tar relative a un’ordinanza di demolizione di abusi edilizi, emessa dall’ente locale a carico di un 72enne e di una 64enne di Giulianello e impugnata da quest’ultimi. E i giudici amministrativi di Latina, accogliendo la richiesta dei ricorrenti, hanno ora congelato il provvedimento con cui erano stati disposti gli abbattimenti.

Alla luce delle indagini svolte dalla polizia locale in località Colle dell’Ara, nell’ottobre scorso il Comune aveva emesso l’ordinanza ora sospesa dal Tar.

Il 72enne e la 64enne, dopo aver ottenuto un permesso a costruire per realizzare un annesso agricolo, per ampliare e per dare una nuova disposizione a delle serre, avrebbero realizzato una serie di abusi, tra cui quelli di aver trasformato il magazzino in un locale adatto per la ristorazione e di aver realizzato un ufficio all’interno di una delle serre. Tutte contestazioni fatte dai vigili urbani.

L’ordine di abbattimento e ripristino dello stato dei luoghi è stato impugnato dal 72enne e dalla 64enne e il Tar, congelandolo, ha specificato di aver preso tale decisione alla luce della “perdurante inadempienza del Comune di Cori alle richieste istruttorie rivoltegli” dallo stesso Tribunale.

Il ricorso verrà poi discusso nel merito nel maggio 2021 e soltanto allora i giudici decideranno se annullare l’ordine di abbattimento.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social