Turismo in crisi profonda, chiude pure l’ufficio della Pro Loco

Turismo in crisi profonda, chiude pure l’ufficio della Pro Loco

Mentre per Ponza si profila un’estate difficilissima, con un numero di turisti estremamente ridotto e mille limitazioni a causa dell’emergenza coronavirus, chiude anche l’ufficio della Pro Loco.

Una decisione presa dall’associazione, presieduta da Emilio Aprea, in forte polemica con il Comune.

In una lettera inviata ai soci, il Consiglio di Amministrazione della Pro Loco sostiene di sentirsi demoralizzato e impotente nel vedere l’isola “trascurata” e non riuscendo neppure a intravedere una soluzione sia per la popolazione residente che per i vacanzieri.

“Da circa tre anni – specifica il CdA – ci troviamo in una situazione di empasse in quanto abbiamo a che fare con un’amministrazione comunale poco attenta, poco lungimirante, rissosa e inefficiente“.

Da lì la decisione di chiudere l’ufficio per tutta l’estate 2020 e fino a data da destinarsi.

“Riteniamo – dichiarano i consiglieri – che mancano i requisiti minimi per una proficua collaborazione atta a risollevare le precari e disastrate condizioni isolane”.

Ancora: “Questa decisione, così sofferta, è stata adottata dopo un elenco di azioni che hanno creato un malcontento nella gestione della cosa pubblica”.

E giù con un elenco: “degrado ovunque, impossibilità di rendere fruibili al pubblico le Cisterne Romane, adozione, da parte dell’amministrazione comunale, di scelte a dir poco scellerate nella gestione dei trasporti marittimi, la decisione da parte dell’Amministrazione di non interessare la Pro Loco nell’organizzazione di Fiere del settore turistico, la volontà dell’Amministrazione di non prendere posizione nei confronti di chi ha usato il nome di Ponza mostrando immagini di Procida in una importante fiera internazionale, la volontà dell’Amministrazione di non aver tenuto conto dei consigli della Pro Loco nell’organizzazione del calendario delle manifestazioni estive, alcune volte accavallando gli eventi con quelli della Pro Loco, e la volontà dell’Amministrazione di non invitare la Pro Loco alla riunione convocata con tutti gli stakeholder per la gestione del turismo e dell’emergenza post-Coronavirus”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social