Cisterna, il consiglio comunale approva il bilancio. “Necessario per essere operativi”

Cisterna, il consiglio comunale approva il bilancio. “Necessario per essere operativi”

Bilancio di previsione e commissioni consiliari sono stati i due temi centrali su cui venerdì mattina si è confrontato il consiglio comunale di Cisterna di Latina. Un consiglio che ha risentito dell’emergenza Covid-19 non solo per le misure di sicurezza adottate (seduta a porte chiuse, distanza interpersonale, mascherine e guanti) ma anche perché a fare i conti con la pandemia è stato soprattutto il bilancio di previsione, in esame al primo punto.

Tra le questioni affrontate negli interventi precedenti ai punti all’ordine del giorno, ci sono stati lo sfalcio dell’erba nei parchi pubblici (già avviato in vista dell’ordinanza di riapertura ad eccezione delle aree giochi per bambini al fine di evitare assembramenti), le somme vantate dal Comune nei confronti di Acqualatina (un recupero già in corso attraverso un consumo idrico gratuito per l’Ente pari a 200mila euro l’anno fino all’estinzione del credito), gli orari di apertura del Punto di Primo Soccorso (di cui però si avrà una stabilizzazione a fine luglio quando è prevista l’uscita dall’emergenza).

E’ stato l’assessore Gildo Di Candilo a relazionare sul bilancio di previsione, un bilancio triennale da 62.084.461,89 di euro, con investimenti nei lavori pubblici per oltre 16 milioni, che nel 2020 non prevede aumento delle imposte e pronto ad essere rimodulato anche più volte nel corso dell’anno.

“E’ sotto gli occhi di tutti – ha detto Di Candilo – quanto la pandemia abbia rapidamente mutato la realtà socio-economica del nostro territorio e dell’intero Paese. La nostra programmazione non potrà non subire variazioni anche sostanziali nel corso dei prossimi mesi o settimane. E’ però necessario approvare il bilancio ora, anche se il termine è stato prorogato al 31 luglio, in modo da sbloccare la macchina amministrativa per il bene dei cittadini e delle attività produttive. L’emergenza sanitaria potrebbe avere conseguenze anche nella disponibilità delle risorse comunali, con inevitabili ripercussioni nella resa dei servizi. In questo quadro di assoluta incertezza, resta l’importanza dell’approvazione del bilancio di previsione, ferma restando l’attenzione e il continuo aggiornamento quale presupposto di eventuali e opportune rimodulazioni alla programmazione dell’Ente al fine di agevolare una rapida ripartenza del nostro sistema socio-economico”.

Altra questione che ha animato al proprio interno i consiglieri di opposizione è stata la nomina dei componenti di cinque commissioni consiliari permanente. Con l’astensione della maggioranza sono state rinnovate le commissioni che ora risultano così composte:

I° Commissione  “Finanze – Bilancio – Programmazione – Problemi del Lavoro – Personale”: Iazzetta, Giordani, Vita, Filippi, Nardi; Del Prete, Capuzzo e Innamorato;

II° Commissione – “Urbanistica e decentramento – Lavori pubblici e Trasporto”: Filippi, Mazzoli, Squicquaro, Nardi,  Esposito; Del Prete, Sarracino e Melchionna;

III° Commissione  -“Igiene – Sanità – Assistenza – Servizi sociali e sanitari”: Ferraiuolo, Leoni, Contarino, Agostini, Cavazzina; Cece, Sarracino e Innamorato;

 IV° Commissione – “Pubblica Istruzione – Cultura – Sport – Turismo e Spettacolo”: Agostini, Ferraiuolo, Cavazzina, Iazzetta, Antenucci; Cece, Poli e Melchionna;

VI° Commissione – “Affari Generali – Trasparenza – Integrità”: Antenucci, Ferraiuolo, Agostini, Esposito, Vita; Capuzzo,  Mastroianni e Santilli.

Approvati anche i restanti due punti: il primo riguardante la revisione dello Statuto Comunale, l’ultimo una rettifica della deliberazione di affrancazione del P.E.E.P. San Valentino dagli usi civici gravanti in favore di Giulianello, già approvato nella precedente seduta di consiglio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social