Coronovirus, il Sindacato Medici Italiani: “La sottoscrizione per l’acquisto dei DPI continua”

Coronovirus, il Sindacato Medici Italiani: “La sottoscrizione per l’acquisto dei DPI continua”

“Ringraziamo, a nome di tutti i medici del Sindacato Medici Italiani, il deputato Antonello Falomi, presidente, e tutti i singoli ex parlamentari, per la sottoscrizione liberale in sostegno della nostra campagna nazionale di raccolta fondi per l’acquisto di  dispositivi di protezione individuali (mascherine, tute, visiere, guanti)”. Così una nota di ringraziamento della segreteria nazionale del Sindacato Medici Italiani all’Associazione degli ex parlamentari per quanto aver avuto in  donazione.

“La sottoscrizione e i fondi raccolti, anche ad opera di singoli cittadini, fino adesso, sono serviti a comprare quarantamila mascherine, che sono state distribuite su tutto il territorio nazionale, e siamo in procinto di acquistare nuovi dispositivi di protezione da mettere a disposizione dei colleghi”, spiegano dal SMI. “Con le donazioni abbiamo, inoltre, comprato e poi  regalato 16 stampanti 3D a giovani makers operanti in varie regioni italiane e aderenti  alla  Makersitalia.net. Grazie alla donazione del SMI, i giovani artigiani digitali stanno costruendo visiere, pulsossimetri e prossimamente anche termometri digitali da distribuire ai medici sul territorio nazionale”.

Quando la sottoscrizione avrà temine il SMI renderà noto pubblicamente sul proprio sito e sui suoi canali social l’ammontare delle somme donate e come sono state spese in totale trasparenza e a garanzia dei donatori.

“I medici, in questa pandemia, hanno pagato un prezzo altissimo in termini di vite umane. Sono più di 154, ad oggi, i decessi tra i medici proprio per la mancanza di dispositivi di protezione individuali. Il contributo  dell’Associazione degli ex parlamentari della Repubblica, dei cittadini, dei singoli iscritti a SMI che si sono autotassati, è stato prezioso perché ci ha permesso di proseguire la nostra azione di supporto a tutela dell’incolumità della salute dei medici”, conclude la nota del SMI.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social