Nuovo oleodotto della Fantasia Petroli, no anche dal Tar

Nuovo oleodotto della Fantasia Petroli, no anche dal Tar

No anche dal Tar di Latina al contestato nuovo oleodotto della Fantasia Petroli srl.

I giudici amministrativi hanno negato la sospensiva della nota dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale del 30 settembre scorso chiesta dalla società.

L’Authority ha rigettato l’istanza di concessione demaniale marittima presentata nel 2018 dalla ricorrente, per la realizzazione a Gaeta di un tratto di oleodotto con lo scopo di intercettare e modificare il tracciato della conduttura esistente e consentire le operazioni di bunkeraggio, carico e scarico di prodotti petroliferi.

Il Tar ha specificato che, ad un primo esame, il ricorso non convince, considerando soprattutto che sussiste un abuso demaniale marittimo imputabile alla Fantasia Petroli, consistente nella occupazione senza titolo di area demaniale e nella realizzazione di innovazioni non autorizzate.

I giudici hanno poi sottolineato che la srl non ha pagato l’indennità di occupazione abusiva più volte richiestale e che, se anche avessero sospeso l’atto contestato, la stessa società non avrebbe potuto esercitare la propria attività imprenditoriale vista la “conclamata carenza” di tutti gli altri permessi necessari di competenza di altre pubbliche amministrazioni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]