Tentata estorsione a un imprenditore, domiciliari per Cervelloni

Tentata estorsione a un imprenditore, domiciliari per Cervelloni

Arresti domiciliari per Giuseppe Cervelloni, 51 anni, di Terracina, volto noto alle forze dell’ordine, messo in carcere nell’ottobre di due anni fa dopo le indagini svolte dal commissariato di Terracina su una serie di tentativi di estorsione che avrebbe subito un imprenditore del posto, più volte minacciato anche di morte.

Il 51enne, difeso dagli avvocati Maria Antonietta Cestra e Maria Laura Fiore, ha ora ottenuto il beneficio dopo essere stato condannato a dicembre dal giudice del Tribunale di Latina, Beatrice Bernabei, a tre anni e tre mesi di reclusione e a duemila euro di multa.

Una sentenza su cui pende ricorso alla Corte d’Appello di Roma.

Per il Tribunale l’imputato, nel 2018, avrebbe tormentato il titolare di una sala slot di Terracina, che in precedenza aveva avuto rapporti d’affari con il fratello, pretendendo diecimila euro.

La difesa sostiene invece che la realtà è completamente diversa e che, oltre a una serie di problemi procedurali, Cervelloni non sarebbe responsabile del reato di cui è accusato e la presunta vittima non sarebbe attendibile.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]