Covid-19, le difficoltà nel trasporto e le rassicurazioni per i pendolari

Covid-19, le difficoltà nel trasporto e le rassicurazioni per i pendolari

Trasporti al minimo in piena emergenza da Covid-19. Nel mentre, però, sono diversi coloro che per questioni lavorative sono comunque costretti a viaggiare prendendo quotidianamente il treno tra difficoltà enormi dovute a revisione degli orari e altre modifiche. Per questo l’Unione Comitati Pendolari Linea FL.7 che comprende i comitati di Minturno-Scauri, Itri, Monte S.Biagio, Campoleone, Pomezia e Priverno nei giorni scorsi ha incontrato in videoconferenza la Regione per mostrare dubbi e ricevere rassicurazioni.

“A seguito dell’emergenza COVID-19, in questi giorni è stato adottato, in accordo tra Regione e Trenitalia, un orario dei treni ridotto del trasporto ferroviario anche sulla linea FL.7 Minturno Roma.

L’attuale orario, che è stato presentato come festivo, in realtà è un orario che ogni giorno si caratterizza di proprie specificità, creando già solo per questo in noi viaggiatori una “ansia “quotidiana dettata propria dall’incertezza di vedere assicurata la circolazione del treno programmato. A questo si aggiunge un mancato tempestivo aggiornamento delle APP informative di Trenitalia che in questi giorni frequentemente non hanno dato informazioni puntuali sulla circolazione dei treni. 

Un’altra criticità importante che si è inoltre rilevata è che, per far fronte alle nuove esigenze organizzative dei servizi di trasporto, ed in particolar modo per assicurare la disinfestazione delle carrozze e impiegare il minor numero possibile di lavoratori, si è avuta una riduzione sostanziale del numero di collegamenti accordata dalla regione a condizione che fossero preservate, per quanto possibile, le fasce di primo mattino.

Per far fronte a queste questioni e ad altre criticità raccolte dai diversi comitati costituenti l’organizzazione, giovedì l’Unione di Comitati Pendolari della linea FL7 ha incontrato in videoconferenza l’Assessorato alla mobilità della Regione Lazio dalla quale è scaturito quanto segue.

La Riduzione dei collegamenti ferroviari si è resa necessaria per fronteggiare la crisi dovuta all’emergenza Covid, pertanto Trenitalia – in intesa con la Regione Lazio – ha dovuto drasticamente diminuire l’offerta sulle linee regionali, nel rispetto dei DPCM e a tutela della salute di utenti e personale.

I Rappresentanti della regione Lazio comunicano che la continua revisione delle corse a ribasso ha ormai raggiunto il limite imposto dalle direttive del Governo: non appenda le condizioni lo consentiranno si provvederà ad aumentare il numero dei treni circolanti. Intanto per far fronte alle esigenze rappresentate dai comitati Sarà prontamente richiesto a Trenitalia il prolungamento del treno delle 19,36 – proposta immediatamente attuabile – e il reinserimento della corsa delle 17,56 per Minturno.

Riguardo alla chiusura delle carrozze sarà richiesto un intervento a Trenitalia per assicurare l’intera fruibilità dei treni ad undici carrozze.

Un segno di vicinanza dunque a chi anche in questa emergenza si vede costretto a viaggiare per questioni di lavoro.

Intanto Trenitalia ha confermato il proprio intervento sui sistemi informativi che torneranno efficienti a breve e comunque dalla giornata di lunedì.

Si coglie l’occasione per ringraziare i pendolari che si sono resi disponibili ad eseguire il monitoraggio richiesto, la Regione e Trenitalia per l’attenzione data.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social