A 107 anni se ne va nonna Elpidia, è lutto a Fondi

A 107 anni se ne va nonna Elpidia, è lutto a Fondi

Lutto a Fondi per la scomparsa di Elpidia Tammetta, 107 anni e la “nonna” più longeva della provincia.

Aveva compiuto gli anni lo scorso luglio, ricordata e celebrata anche dall’Amministrazione comunale. Nonna Elpidia era molto conosciuta in città anche per essere stata la prima sarta ricamatrice di abiti da sposa in città.

Il Vice Sindaco di Fondi Beniamino Maschietto esprime il profondo cordoglio dell’Amministrazione comunale per la scomparsa di Elpidia Tammetta, prima sarta ricamatrice di abiti da sposa in città che aveva compiuto nel Luglio scorso 107 anni e che è stata la “nonna” più longeva della nostra provincia: «Avevamo ricordato Elpidia, nell’Ottobre scorso, proprio in occasione della “Festa dei nonni” e quale fulgido esempio per le giovani generazioni. Nella sua lunga carriera ha vestito per il giorno più importante della loro vita centinaia di spose cucendo con perizia e amore i loro abiti e per decenni ha gestito un’attività commerciale di tessuti, merceria e biancheria che ha rappresentato una delle più significative ed affermate botteghe storiche della nostra città. In questo delicato frangente in cui la comunità di Fondi è preoccupata per l’emergenza Coronavirus, la sua testimonianza di vita non può che esserci di esempio. Nata all’alba della Prima guerra mondiale, Elpidia ha vissuto gli anni dolorosi del secondo conflitto reagendo alle difficoltà causate dagli eventi bellici con tenacia e spirito di sacrificio, al punto da avere costruito con il marito Vincenzo De Santis una numerosa famiglia parallelamente alla conduzione decennale della sua attività professionale, con determinazione, così concorrendo al progresso economico e sociale della nostra città. La ricorderemo sempre come una persona semplice ma solare e piena di entusiasmo e forza emotiva. Il sorriso, la dolcezza e l’abnegazione di Elpidia Tammetta hanno rappresentato lo spirito della nostra città, fatta di gente accogliente e laboriosa».

La nota del Comune di Fondi

You must be logged in to post a comment Login

h24Social