Fondi, Forza Nuova attacca sulla sanità regionale e provinciale

Fondi, Forza Nuova attacca sulla sanità regionale e provinciale

Forza Nuova di Fondi denuncia i tagli alla Sanità regionale e provinciale tra critica alle amministrazioni regionali e testimonianze di infermieri che combattono.

“Il coronavirus ha smascherato il sistema sanitario italiano e le politiche adottate su quest’ultimo, caratterizzate da anni in cui si sono alternate amministrazioni regionali di ogni colore politico insieme a governi fantoccio. I partiti di centrodestra e centrosinistra sono tutti responsabili di questo saccheggio, portato a compimento in ossequio ai diktat della Troika e contro gli interessi nazionali. Quando parliamo di sanità però non intendiamo un semplice concetto vago ed indefinito, ma di una realtà che potrebbe riguardarci da un momento all’altro, una realtà che fa parte della vita e che si riversa sui nostri territori. A tal proposito, entrando maggiormente nello specifico, nella provincia di Latina sono stati chiusi cinque ospedali e rimane anche un grosso interrogativo, ovvero l’ospedale di Fondi, ormai disabilitato di quasi tutte le funzioni. Se alla chiusura delle strutture si aggiungono anche i tagli sul personale e sul materiale è facile allora capire qual’è la situazione disastrosa in cui si trova la nostra regione e la nostra provincia. Nei giorni scorsi un infermiere ci ha segnalato la situazione che dilaga all’interno degli ospedali in questa fase del Covid-19, descrivendo come si lavora in questo clima. Ha parlato di ‘turni massacranti e senza i riposi’ e di ‘medici e infermieri costretti a comprarsi i dispositivi di protezione individuali (DPI) in modo autonomo e soprattutto di propria tasca’. Ci è stata descritta anche la condizione lavorativa: ‘dobbiamo comprarci le mascherine con i respiratori, quelle mascherine che oggi sono il pane ai tempi della peste. Dobbiamo comprarci anche le tute protettive, che tra le altre cose sono ormai difficili da trovare anche in commercio e dobbiamo lavarcele, riutilizzandole i giorni seguenti. Dobbiamo lavarcele in reparto con i fili stesi dentro le stanze per farle asciugare. In ospedale usiamo dispositivi, acquistati rigorosamente a nostre spese, per asciugare e lavare nelle corsie’. “Non possiamo che concordare con la dichiarazione dell’infermiere in questione, sperando di aver portato alla luce una situazione che solo chi combatte in prima fila può sapere: ‘mi spiace dirlo ma la sanità in questo momento non è nulla, se non la buona volontà di medici ed infermieri, che oggi più che mai rappresentano i soldati di ieri in trincea’.”

La nota di Forza Nuova

You must be logged in to post a comment Login

h24Social