Coronavirus, cordoglio e incredulità per la morte di un dipendente dell’Inps

L'ospedale 'S.M. Goretti' di Latina

Grande il cordoglio a Latina per la morte di un dipendente dell’Inps del capoluogo pontino colpito dal coronavirus.

La vittima, ricoverata all’ospedale “Goretti” di Latina, sembra che negli ultimi giorni avesse mostrato segnali di ripresa e che per tale ragione dovesse anche essere estubata.

Ancora attaccato al respiratore il 53enne, che ha lasciato tre figli, ha invece perso la vita.

Una delle tante morti di pazienti positivi al coronavirus ancora senza chiare spiegazioni.

“Oggi abbiamo saputo della morte di un dipendente dell’Inps – hanno scritto i responsabili del Pd di Latina. Impegnato nel sindacato così lo descrivono: amico fraterno, persona appassionata del suo lavoro e convinto iscritto al sindacato. Una morte sul lavoro, lui era completamente sommerso dalle urgenze di disoccupati, cassaintegrati, reddito di cittadinanza, e non si è mai tirato indietro”.