Minturno, contagiato anche il dottor Alessandro Sparagna: la lettera della figlia

Minturno, contagiato anche il dottor Alessandro Sparagna: la lettera della figlia

Sette casi di contagio da Covid-19, a Minturno. L’ultimo della lista è il dottor Alessandro Sparagna, 70enne medico in pensione, padre di Francesco, consigliere comunale e veterinario, anche lui risultato positivo. Sia quest’ultimo che il genitore hanno voluto rendere pubblica la positività al nuovo coronavirus. A dare notizia del caso di Alessandro Sparagna, attraverso una lettera a firma della figlia, la dottoressa Maria Cristina, è stato il sindaco Gerardo Stefanelli. 

Di seguito, il testo integrale della missiva, pubblicata sulla pagina Facebook del primo cittadino. “Con questa lettera aperta ringrazio di cuore tutti coloro che, rintracciati in quanto persone potenzialmente venute a contatto con mio padre, Alessandro Sparagna, ci hanno subito abbracciati idealmente in questo momento di sconforto e confusione per me ed i miei familiari. Da quando ieri sera abbiamo ricevuto la notizia della positività di papà al tampone per il Covid-19 e le sue condizioni di salute hanno richiesto un’assistenza ospedaliera i nostri telefoni non hanno taciuto per più di due minuti. Sono bastate le poche telefonate di mamma nel provare a ricostruire i pochi contatti che papà ha intrattenuto nelle ultime settimane, a far subissare nel giro di un’ora gli argini delle nostre telecomunicazioni. Da una parte gli innumerevoli messaggi di amore, stima, affetto e solidarietà da parte di amici, pazienti, conoscenti e concittadini in generale ci hanno riempiti di orgoglio. Comprendiate però che il momento per noi è logisticamente difficile e necessitiamo di intimità familiare. Vorrei rassicurarvi che papà non versa attualmente in condizioni di salute estremamente gravi ma che necessita della massima serenità possibile. Né io né tantomeno mio padre abbiamo profili social quindi ho scelto l’amico Gerardo, che ci guida ed informa ormai da settimane sull’emergenza Covid-19 nella nostra comunità, come tramite di diffusione per questo messaggio. Approfitto dell’esposizione mediatica per una duplice funzione: avvertire tutti i recenti contatti di mio papà che devono necessariamente sottoporsi a quarantena (assolutamente da non intendersi in senso lato) e per fare breccia sulla vostra coscienza sociale. Chi lo conosce sa che papà è un uomo schivo e riservato, i suoi contatti sono stati ulteriormente ridotti da quando è in pensione. Eppure…vi parlo da medico, da mamma (tra molto poco nuovamente,tra le altre cose) e da amica: state a casa e rispettate le regole perché una campagna di tamponi a tappeto, cosa del tutto improponibile ed inutile in corso di Pandemia, dimostrerebbe che se non proprio la maggioranza almeno una parte di noi è positiva ed asintomatica. Mettiamoci una mano sulla coscienza pensando ai più deboli e a chi, come classe sanitaria, lotta ogni giorno con noi e per il nostro bene. Un abbraccio (ideale, ribadisco dati i tempi…) da parte mia, di papà Sandro, di mia madre Massima, di mio marito Mario che fino all’ultimo è stato in prima linea e che da ieri è in quarantena con noi tutti e da parte della nostra piccola Francesca. Con affetto e riconoscenza, Maria Cristina Sparagna”.

“Maria Cristina mi ha chiesto di utilizzare il mio profilo social per far giungere il suo messaggio a più persone possibili. Io lo faccio con piacere”, ha spiegato il sindaco Stefanelli. “A lei, a Mario e alla loro bimba, ed a Massima il mio abbraccio caloroso, ad Alessandro un augurio di pronta guarigione”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social