Coronavirus, la Provincia autorizza lo smartworking tranne i servizi essenziali

Coronavirus, la Provincia autorizza lo smartworking tranne i servizi essenziali

La Provincia di Latina si adegua alle norme tese a contenere la diffusione del Covid-19. Negli ultimi giorni l’ente ha predisposto l’iter per favorire al massimo il ricorso allo smartworking dei propri dipendenti e l’ufficio personale sta continuando ad esaminare ed approvare le richieste pervenute.

A oggi su un totale complessivo di 279 dipendenti ce ne sono soltanto 89 che stanno prestando servizio presso le diverse sedi: le tre di Latina e quella di Formia. Gli altri stanno lavorando da casa, usufruendo delle ferie oppure è in malattia e il numero è destinato ad aumentare tanto che entro domani tutti coloro che possono prestare il proprio lavoro da casa saranno autorizzati.

Restano esclusi coloro che sono impiegati presso servizi essenziali non derogabili quali il ricevimento delle raccomandate presso l’Urp, gli addetti alle pulizie, gli operai del servizio manutenzione delle scuole e gli agenti della Polizia provinciale che sono stati precettati dal Prefetto per effettuare controlli di sicurezza sul territorio.

Nel corso del fine settimana sono state inoltre sottoposte a pulizia e sanificazione le sedi di Latina – via Costa, via Umberto I e via Don Minzoni; la ex Rossi sud che ospita la Polizia provinciale e la sede decentrata di Formia.

“L’unica via da seguire per limitare la diffusione del Coronavirus – ricorda il presidente della Provincia Carlo Medici – è quello di limitare gli spostamenti all’essenziale e restare a casa. Continuiamo e rispettare queste regole e supereremo tutto questo insieme”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]