Incendio al quartiere San Valentino: oggi il sopralluogo ATER, mercoledì l’incontro con le famiglie

Incendio al quartiere San Valentino: oggi il sopralluogo ATER, mercoledì l’incontro con le famiglie

Si è tenuto questa mattina il sopralluogo tecnico, da parte dell’ATER e dei Vigili del Fuoco, nella palazzina di via Nenni, nel quartiere San Valentino, colpita venerdì scorso da un incendio.

Partito da un appartamento sito al terzo piano, l’incendio e le immediate operazioni di spegnimento hanno interessato 21 alloggi ed altrettante famiglie residenti.

Impossibilitate a rientrare a causa dei danni, molte famiglie sono attualmente ospitate presso amici e parenti. Attualmente quattro invece quelle prese direttamente in carico dai servizi sociali che, in via straordinaria, hanno provveduto ad una sistemazione temporanea e di emergenza.

Il sopralluogo di quest’oggi darà modo ai tecnici di stabilire l’effettiva entità dei danni e di avviare un piano di interventi a cui farà seguito un progressivo rientro dei residenti negli alloggi.

A tal proposito è già stato fissato per mercoledì mattina un incontro presso il palazzo comunale tra l’Ater, i Servizi Sociali e i rappresentanti dei nuclei familiari interessati.

Intanto domani i Servizi Sociali svolgeranno una rilevazione dei bisogni più impellenti ove sussistano effettive situazioni di emergenza e disagio.

“Questa mattina – commenta il sindaco, Mauro Carturan – ho parlato sia con il commissario sia col direttore dell’Ater che mi hanno assicurato interventi celeri per il rientro degli inquilini assegnatari degli appartamenti coinvolti nell’incendio di via Nenni. Oggi non è stato possibile cominciare i lavori perché i locali sono ancora impraticabili a causa degli odori. Non lasceremo solo nessuno dei cittadini allontanati dalla propria casa, in questo senso i nostri Servizi sociali sono a disposizione e stanno facendo un ottimo lavoro. Un grazie va a tutta la rete di solidarietà che la città ha prontamente attivato per aiutare chi sta vivendo in prima persona questa brutta storia”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social