La Lega Giovani chiede una strada per i martiri delle foibe

La Lega Giovani chiede una strada per i martiri delle foibe

I gruppi di Santi Cosma e Damiano, Minturno e Formia della Lega Giovani chiedono alle rispettive amministrazioni “un atto di civiltà”.

Riteniamo infatti giusto dedicare – si legge nella nota a firma dei tre coordinatori Gennaro Rubiconti, Andrea Iannella e Ivan D’Urso – una strada o una piazza dei nostri comuni alle persone che persero tragicamente la vita in Istria e Dalmazia. Decine di migliaia di fratelli e sorelle furono uccisi e fatti sparire nelle foibe con un preciso scopo di pulizia etnica. Il ricordo di queste vittime deve essere portato avanti a prescindere dalle fedi politiche che per troppo tempo hanno ridotto queste persone a morti di serie B se non addirittura avuto atteggiamenti di negazionismo.”

“Ricordare – proseguono nella nota – è importante soprattutto in un periodo come questo in cui si combatte giustamente ogni forma di discriminazione. Da quando nel 2004 è stato istituito il Giorno del Ricordo molte città hanno voluto dare dignità alle vittime di quella follia. Abbiamo deciso di inoltrare questa richiesta uniti come Lega Giovani Sud Pontino e non come esponenti dei singoli coordinamenti proprio per sottolineare come tali tragici eventi debbano unire nel ricordo l’intera Nazione, al di là delle ideologie, fiduciosi dell’ascolto delle nostre amministrazioni”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social