Stop all’abbandono dei rifiuti: arrivano le telecamere a Chiesuola e Latina Scalo

Da inizio anno già 80mila euro di multe con gli ispettori ambientali. Bellini (LBC): "Tutela per ambiente e decoro. A breve i lavori e la riapertura dell'isola ecologica di Chiesuola"

Stop all’abbandono dei rifiuti: arrivano le telecamere a Chiesuola e Latina Scalo

Risolvere il problema del degrado al di fuori delle due ex isole ecologiche di Chiesuola e Latina Scalo. A questo scopo sono state installate le telecamere fisse nell’area esterna dei due siti, dove fin troppo spesso vengono scaricati i rifiuti di ogni genere di giorno ma soprattutto di notte.

A posizionare i due occhi elettronici è stata l’azienda speciale Abc.
“Da anni i due siti di Chiesuola e Latina Scalo sono diventate una ‘zona franca‘ dove chiunque si sente libero di abbandonare illegalmente rifiuti di ogni genere – spiega Dario Bellini del gruppo di ‘Latina Bene Comune’, presidente della commissione Ambiente del Comune di Latina – Nuove azioni saranno a breve termine intraprese nelle due aree per impedire questa prassi, nociva per l’ambiente e per il decoro della città. Prosegue inoltre, su preciso mandato di questa amministrazione, l’iter che porterà, dopo la realizzazione dei lavori di ristrutturazione, alla riapertura dell’isola ecologica di Chiesuola“.

Continua anche il lavoro di controllo del territorio e di repressione del fenomeno attraverso le fototrappole e gli ispettori ambientali che, su tutto il territorio comunale, ha portato finora ad elevare verbali per oltre 80.000 euro dall’inizio dell’anno.

“Finora solo con l’amministrazione di Latina Bene Comune è potuta iniziare una vera e seria opera di repressione dell’abbandono dei rifiuti: un fenomeno diventato dilagante a causa della pressoché totale mancanza di controllo del territorio esistente prima della nascita di ABC, che risponde oggi a questo nostro preciso indirizzo” – conclude il capogruppo Lbc Bellini.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social