Pedofilia, l’imputato giudicato incapace di intendere e volere

Pedofilia, l’imputato giudicato incapace di intendere e volere

Il giovane che due anni fa molestò una bambina a Fondi, bloccandola mentre tornava a casa da scuola e mimando un rapporto sessuale dopo esserle salito sopra, è stato giudicato incapace di intendere e volere. E per tale ragione, non essendo imputabile, è stato assolto dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Giorgia Castriota.

Si è concluso così il processo a un 26enne fondano, accusato di violenza sessuale su una bimba di 8 anni, compiuta il 28 maggio 2018.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social