Presentata nella sala conferenze della Camera la proposta di legge sul Ministero del Made in Italy

Presentata nella sala conferenze della Camera la proposta di legge sul Ministero del Made in Italy

“Supporto, tutela e promozione delle eccellenze. Presentata in conferenza stampa alla Camera la proposta di legge perl’istituzione di un Ministero del Made in Italy. A promuoverla, la Confederazione AEPI (Associazione Europea dei Professionisti e delle Imprese) che ha registrato le firme dei primi parlamentari, convinti della validità dell’iniziativa. «Un’idea bipartisan e trasversale- ci tiene a sottolineare il presidente della Confederazione Mino Dinoi- che guarda alla necessità di un referente unico per le nostre aziende. Una regia unica affidata a una figura istituzionale che possa definire una strategia mirata. Se le esportazioni italiane registrano un trend positivo in termini di fatturato, è giusto affidare ad un Ministero unico salvaguardia, sviluppo e commercio dei prodotti a marchio italiano. Pensiamo vada modificato il decreto legislativo n. 300 del 1999, riorganizzando funzioni e competenze oggi purtroppo frammentate all’interno dei vari Ministeri, dallo Sviluppo Economico agli Affari Esteri o l’Agricoltura».

Non a caso, AEPI è già pronta ad un lancio a livello internazionale, con l’inaugurazione- il prossimo 17 febbraio- di una sede a Bruxelles, accompagnata il giorno successivo dalla tavola rotonda al Parlamento Europeo “Il #Madeinitaly in Europa è un’opportunità per le imprese italiane” alla presenza del vicepresidente Fabio Massimo Castaldo. Infine, il prossimo 5 marzo la Confederazione terrà a Roma la sua prima conferenza programmatica, in linea con i temi anticipati della proposta di legge.  

Primi firmatari della proposta di legge sono:

Forza Italia, on. Mariastella Gelmini e on. Benedetta Fiorini,

Partito Democratico, on. Luca Lotti

Lega con Salvini, sen. Gian Marco Centinaio

Italia Viva, on. Cosimo Ferri

Fratelli d’Italia, on. Fabio Rampelli Gruppo Misto NCI-USEI, on. Alessandro Colucci”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social