Giornata della Memoria, le Medaglie d’onore e l’impegno degli studenti

Giornata della Memoria, le Medaglie d’onore e l’impegno degli studenti

Nella mattinata di ieri si è svolta, presso il Teatro Ponchielli dell’I.C. “Volta” di Latina, la cerimonia commemorativa del Giorno della Memoria, organizzata da questa Prefettura e realizzata con la collaborazione dell’I.C. “Alessandro Volta”, il Liceo Statale “Alessandro Manzoni” e il Liceo Artistico di Latina.
Alla manifestazione hanno partecipato le Autorità civili, militari e religiose della provincia, nonchè numerosi studenti degliIstituti scolastici del Capoluogo.Ad apertura dell’evento l’orchestra dell’ stituto Volta ha eseguito i brani “Hava Nagila” e ”Adiemus”, seguiti dagli indirizzi di saluto della dirigente scolastica del Liceo A. Manzoni di Latina, del Sindaco di Latina e dell’Assessore Regionale Dott.ssa Enrica Onorati che ha portato i saluti del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.


Nel suo intervento, il Prefetto di Latina, Maria Rosa Trio, nel citare le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella “il Giorno della Memoria è un invito, costante e stringente all’impegno e alla vigilanza”, ha sottolineato la necessità di rendere il paese più inclusivo e porre un freno alle “contrapposizioni”. Nel citare la nostra Costituzione ha ricordato come in essa si riconoscono, ad ogni persona, eguali diritti e uguale dignità, ed è bandita ogni forma di imperialismo.
Rivolgendosi ai ragazzi presenti, il Prefetto ha ricordato il senso profondo di questa ricorrenza “LA MEMORIA” affinchè ogni giorno sia buono per abbattere nuovamente i cancelli di Auschwitz, per sfondare le barriere dell’odio e combattere il seme della discriminazione che si manifesta con forme sempre nuove e negli ambiti più disparati.
Particolarmente commoventi, i racconti degli alunni del laboratorio teatrale del Volta che hanno interpretato le storie dei bambini di religione ebraica “Hidden Children” che vivevano nell’Europa occupata dai nazisti e che per sopravvivere si nascosero o vissero sotto mentite spoglie, celando la propria identità e la propria religione.


Molto toccante il lavoro presentato dai ragazzi del Liceo Manzoni che con il loro “Perche ?” hanno voluto interpretare l’impossibilità di dare una spiegazione all’orrore della Shoah.
Momento significativo della Cerimonia, è stato la consegna delle Medagli d’Onore, concesse con decreto dal Presidente della Repubblica ai familiari di sette cittadini pontini, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.
A conclusione della manifestazione, il Coro dell’ stituto Volta, accompagnato dai docenti di strumento, ha commosso la platea con l’esecuzione dei canti tradizionali ebraici: “”Hine lo Yanum” e “Gam Gam”. Il manifesto celebrativo dell’evento, è frutto di una collaborazione tra la Prefettura e il Liceo Artistico di Latina che ha visto la partecipazione dei ragazzi delle classi di grafica nella realizzazione di progetti rievocativi della Shoah.
Di seguito l’elenco degli insigniti:

(PONTINIA) SIG. GIUSEPPE PINOTTI (CLASSE 1916) DEPORTATOIN GERMANIA STAMMLAGHER XII F DI FORBACH .

(APRILIA) SIG. MATTIA D’ANGELO (CLASSE 1923) DEPORTATO IN GERMANIA PERIODO: SETTEMBRE 1943 – MAGGIO 1945

(APRILIA) SIG. DUINO COLANTONI (CLASSE 1923) DEPORTATOIN GERMANIA STALAG X B VIBENDORF PERIODO: SETTEMBRE 1943 –
AGOSTO 1945


(GAETA) SIG. SALVATORE DI TUCCI (CLASSE 1915) DEPORTATOIN GERMANIA PERIODO: DICEMBRE 1943 – DICEMBRE 1945


– (GAETA) SIG. ERNESTOIANNIELLO (CLASSE 1926) DEPORTATOIN GERMANIA FREISING PERIODO: SETTEMBRE 1943 – MARZO 1944


– (GAETA) SIG. GUIDO IMBINTO (CLASSE 1915) DEPORTATO IN GERMANIA SCHOKKEN, STALAG XXID, WLOCLAWEK PERIODO: SETTEMBRE 1943 – OTTOBRE 1945


– (GAETA) SIG. FRANCESCO SALEMME (CLASSE 1909) DEPORTATOIN GERMANIA PERIODO: SETTEMBRE 1943 – MAGGIO 1945

 

LA NOTA DAL COMUNE DI APRILIA: Si sono svolte ieri mattina a Latina, presso il Teatro Ponchielli dell’Istituto Comprensivo “A. Volta”, le cerimonie per la Giornata della Memoria 2020, che quest’anno celebra il 75° anniversario dalla liberazione del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau.

Per l’occasione, come ogni anno, il prefetto di Latina Maria Rosa Trio, insieme ai sindaci dei Comuni della Provincia, consegnano le medaglie d’onore ai cittadini sopravvissuti ai lager nazisti o ai loro familiari.

Tra le persone insignite del riconoscimento quest’anno, figurano anche gli apriliani Duino Colantoni e Mattia D’Angelo, entrambi nati nel 1923, soldati italiani internati nei campi di concentramento a partire dal 1943. A consegnare ai familiari le medaglie d’onore è stato il Sindaco di Aprilia, Antonio Terra.

Presenti a Latina anche il Sindaco della Città capoluogo Damiano Coletta e l’Assessora regionale Enrica Onorati.

“La consegna delle medaglie d’onore è un appuntamento ormai ricorrente – ha commentato il primo cittadino apriliano a margine dell’iniziativa – e testimonia la silenziosa presenza dei sopravvissuti ai campi di sterminio nel nostro territorio, in tutti questi anni. Una presenza che, con discrezione e costanza, ha accompagnato la crescita della nostra Città e la costruzione di un’identità collettiva improntata ai valori della difesa del più debole e della lotta a tutte le discriminazioni. Per questo, ogni anno è per me un onore poter consegnare questo riconoscimento. E un orgoglio per l’intera Città”.

“Colgo l’occasione – ha concluso il Sindaco – per ringraziare anche l’Associazione “Un ricordo per la pace”, il cui prezioso lavoro ci consente di preservare la memoria e ricostruire gli avvenimenti che hanno segnato la storia delle nostre terre”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social