Il Fondi di misura sul Cologne, allontana lo spettro retrocessione

Il Fondi di misura sul Cologne, allontana lo spettro retrocessione

Una vittoria che serviva, per la compagine rossoblù dell’HC Banca Popolare Fondi che non trovava il successo in gare ufficiali in campionato dallo scorso ottobre. Un successo che arriva dopo nove risultati negativi consecutivi e per quanto ottenuto al cardiopalma ha due effetti sulla compagine locale che milita nel massimo campionato di pallamano maschile: mantenere il Metelli Cologne ultimo in classifica e provare a rilanciare una stagione che rimane molto complicata rispetto le aspettative di inizio stagione.

Ma nel match di sabato più di qualcosa di buono s’è visto, a tratti una squadra che sembrava la lontana parente di quella che non riusciva lottare. Ma si sono visti anche i limiti di una compagine che ad un tratto del match ancora una volta stacca la spina e da un vantaggio “comodo” di +8 ha rischiato di essere agguantata.

Alla fine, la vittoria è arrivata, seppur di misura (22-21) e seppur al cardiopalma. Due punti importanti che permettono di scavalcare il Trieste e agguantare virtualmente (insieme al Gaeta) l’Eppan, lasciando il Metelli Cologne in ultimissima piazza. Se di certo non si è chiusa con il match di sabato la partita per la salvezza, almeno in casa HC Fondi si respira un po’ di ottimismo in vista del girone di ritorno appena ricominciato e, che sabato prossimo porterà i rossoblù a Merano.

Maxi Soliani

“Sapevamo che questo era uno scontro diretto, come del resto tutte le undici partite/finali che verranno da adesso in poi, e volevamo toglierci qualche sassolino dal pareggio all’ultimo secondo subito in casa loro ha dichiarato a fine gara il portiere rossoblù Soliani–. Abbiamo fatto una grandissima partita sia in difesa che in attacco, trovando buone connessioni tra i terzini che, pian piano, iniziano ad amalgamarsi”. L’estremo difensore ha parlato anche degli ultimi minuti di gara: “Da tempo, lavorando e cercando di correggere in nostri errori, volevamo tornare alla vittoria. Ieri lo abbiamo fatto per 50 minuti, ma dobbiamo arrivare a farlo per l’intera gara e non perdere la testa, perché altrimenti sarà difficile vincere contro chiunque. Diciamo che siamo usciti dal campo con i due punti, ma abbiamo rischiato troppo (io per primo) quando avevamo la partita in pugno con 8 gol di scarto. Dobbiamo cercare di giocare sempre con la testa e con questa determinazione e sono sicuro che i risultati arriveranno”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social