Tragedia in via Toscanini, Giovannini condannato a risarcire il Comune

Tragedia in via Toscanini, Giovannini condannato a risarcire il Comune

Condannato, seppure con lo sconto, a risarcire il Comune di Aprilia l’ex dirigente comunale Luciano Giovannini. L’ente locale ha dovuto pagare prima una provvisionale di oltre 150 mila euro e poi un risarcimento di 920mila euro per la morte del giovane scooterista Daniele Giovannoni, che quindici anni fa perse il controllo del suo ciclomotore a causa di una buca su via Toscanini. Essendo stato ritenuto responsabile della mancata manutenzione di quella strada e dunque del dramma proprio l’ex dirigente comunale, quest’ultimo era stato chiamato a risarcire al Comune 157.719 euro. I giudici contabili, considerando che prima dell’incidente l’ente aveva comunque affidato i lavori per sistemare le strade all’Azienda Speciale Aprilia Multiservizi, hanno però deciso di ridurre l’importo e hanno condannato Giovannini a risarcire soltanto 31.543 euro.

Il 30 agosto 2005 il quindicenne Daniele Giovannoni stava percorrendo il rettilineo di via Toscanini con il suo scooter quando, a causa di una buca, era finito a terra. Inutili i soccorsi. Il ragazzino perse la vita prima di poter raggiungere in ambulanza l’ospedale.

Giovannini, responsabile della manutenzione delle strade comunali, finì indagato e poi imputato per omicidio colposo. Condannato in primo grado, l’ex dirigente beneficiò in appello della prescrizione, ma venne confermata la condanna al risarcimento dei familiari della vittima, resa poi definitiva dalla Corte di Cassazione. Una condanna in solido per il Comune e per l’ex dirigente.

Su Giovannini ha quindi aperto un’indagine anche la Corte dei Conti, ritenendolo responsabile del danno erariale subito dall’ente locale per il pagamento del risarcimento. E ora è arrivata la condanna.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social