“Ritardi nei pagamenti, solidarietà ai dipendenti Ecocar”. L’intervento dei comunisti, che rilanciano la proposta di azienda pubblica

“Ritardi nei pagamenti, solidarietà ai dipendenti Ecocar”. L’intervento dei comunisti, che rilanciano la proposta di azienda pubblica

“L’ennesimo gravissimo ritardo sul pagamento degli stipendi comunicato dalla ditta appaltatrice del servizio raccolta rifiuti Ecocar ai propri dipendenti risulta incomprensibile e inaccettabile proprio alla luce del contratto milionario stipulato dal Comune di Gaeta con la ditta (6 milioni di euro l’anno) e delle tasse esorbitanti pagate dai cittadini per onorarlo (la media di 285 euro pro capite). Ricordiamo inoltre che la Ecocar continua a essere in amministrazione controllata a conclusione di un discusso commissariamento giunto dopo l’ennesima interdittiva antimafia ed è inoltre oggetto di ben due indagini giudiziarie con accuse pesantissime per fatti di corruzione, nell’ambito delle quali è finito in manette anche il patron Antonio Deodati. Se ciò non bastasse il servizio sin dal primo giorno ha mostrato, come più volte da noi denunciato durante questi anni, evidenti lacune e inadempienze che andavano dalla mancata pulizia delle spiagge, a quella dei cassonetti, dalla mancanza di mezzi nel parco aziendale alla gestione dell’isola ecologica a tutta una serie di dettagli come i cestini per la raccolta di deiezioni canine e molto altro”. Lo scrive in una nota stampa il Partito Comunista di Gaeta, sezione Mariano Mandolesi.

“Ciò che avviene non è altro che l’ennesima dimostrazione di quanto sosteniamo da tempo, ovvero l’assurdità della gestione affidata ai privati di servizi quali quello in questione. Questa inevitabilmente conduce alla compressione di garanzie per i lavoratori, ai forti rischi di infiltrazioni malavitose e corruzione, e ad un maggior peso sulle tasche dei cittadini.

La sezione Mariano Mandolesi del Partito Comunista di Gaeta esprime tutta la propria solidarietà e vicinanza nei confronti dei dipendenti della ditta e accusa ancora una volta sia l’amministrazione Mitrano per non aver preso in considerazione ipotesi alternative né tantomeno aver svolto adeguatamente la propria funzione di controllo e garanzia, soprattutto in vista della prossima scadenza del contratto (maggio 2020), e sia le opposizioni consiliari che nel migliore dei casi si limitano a ripetere ovvietà senza mettere in alcun modo in discussione la vera origine delle problematiche affrontate: La gestione privata. Noi comunisti al contrario proponiamo da tempo la creazione ormai inderogabile di un’Azienda Speciale multiservizi interamente pubblica affiancata da un organo di controllo democratico dei lavoratori, che garantisca ed incrementi gli attuali livelli occupazionali fornendo maggiori garanzie anche in materia di tutela dei diritti dei dipendenti. Per ottenere tale risultato tuttavia invitiamo i lavoratori della ditta Ecocar a non arrendersi facendo valere con giuste mobilitazioni le proprie ragioni e ad unirsi a noi nella battaglia per mandare a casa chi sostiene l’arricchimento di pochi individui spesso estranei alla comunità locale a discapito dei diritti collettivi. I dipendenti del settore dei rifiuti devono sapere che hanno solo da guadagnare da una gestione pubblica che dia loro maggiori garanzie slegandoli pure da rapporti pregressi di sudditanza con politici locali. Ci mettiamo in ogni caso a disposizione dei lavoratori, come di consueto, per supportarli con ogni mezzo a nostra disposizione nelle proprie vertenze, ricordando che lo sportello Linea Rossa è aperto tutti i martedì pomeriggio dalle 17 alle 19 presso la sezione di via Indipendenza 206″.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social